Come prevenire la febbre Dengue

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:21:01 18-08-2015

La febbre Dengue è una malattia infettiva causata dall’omonimo virus, trasmesso dalla puntura delle zanzare di specie Aedes aegypti. Chiamata anche “febbre spacca-ossa” a causa dei forti dolori muscolari e articolari accompagnati da febbre e da un esantema simile a quello del morbillo, la Dengue può causare una sindrome emorragica molto grave che può anche essere fatale: per questo motivo è necessario eliminare la presenza della zanzara portatrice del virus nelle zone endemiche, che attualmente comprendono 110 Paesi in tutto il mondo.
Non esiste vaccino per la febbre Dengue e l’unico modo per prevenire la malattia è evitare la puntura delle zanzare: pertanto, i viaggiatori che si recano nelle zone in cui si ha alta presenza della zanzara vettore (Sud America e America Centrale, Africa sub-Sahariana, Asia sud-orientale, Pacifico sud-occidentale, Caraibi, Australia, Hawaii) dovrebbero osservare alcune semplici precauzioni per evitare di essere punti. Il primo consiglio è l’utilizzo di abiti coprenti, che proteggano completamente la cute, soprattutto il tardo pomeriggio, la sera e le prime ore del mattino, quando le zanzare sono particolarmente attive. Durante la notte, utilizzare fornelletti, zampironi, zanzariere e repellenti da spruzzare sulla cute scoperta, per allontanare gli insetti molesti, tra cui la temibile zanzara: particolarmente efficaci i repellenti che contengono dal 30 al 50% di dietiltoluamide (DEET).
Se si soggiorna nel Paese a rischio per un certo periodo di tempo, è consigliabile creare un ambiente il più possibile sfavorevole all’insediamento della zanzara. Eliminare quindi i ristagni dell’acqua nei sottovasi, intorno a tombini e grondaie; svuotare i secchi dopo l’uso e gettare qualsiasi rifiuto possa raccogliere anche pochi millimetri di ristagno, perché alla zanzara è sufficiente pochissima acqua per deporre le uova. E’ utile anche l’insediamento di animali che siano predatori delle zanzare: non allontanare pipistrelli e ragni naturalmente presenti, perché si cibano di insetti. Se si ha a disposizione un laghetto o una fontana, introdurvi pesci rossi che mangino le uova di zanzara.
In caso si alloggi in un resort o in hotel, scegliere ambienti che abbiano le zanzariere e l’aria condizionata.
Nonostante sia quasi impossibile evitare di essere punti da qualche zanzara, osservare questi piccoli accorgimenti può ridurre notevolmente il rischio di contrarre la pericolosa malattia. Comunque, in caso entro 4-7 giorni dalla puntura si presentino febbre, cefalea, vomito, emorragia nasale, rash cutaneo, dolori muscolari o altri sintomi non altrimenti spiegabili, è consigliabile recarsi immediatamente da un medico, per evitare le complicanze più temibili della Dengue.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come prevenire la febbre Dengue
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Precauzioni facili da prendere Conoscenza aree endemiche , Numerosi repellenti efficaci Possibili interventi di bonifica

Giudizio negativo Svantaggi: Una sola puntura può essere sufficiente ad infettare Zanzare molto diffuse

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: dengue zanzare

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come prevenire la febbre Dengue? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento