Come prevenire il cancro alla vescica?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 19:10:41 05-01-2011

Il cancro alla vescica è una delle forme tumorali tra le più diagnosticate in Italia e nel mondo e rappresenta il 70% delle forme tumorali a carico dell’apparato urinario.Gli uomini sono più colpiti rispetto alle donne,con un rapporto di tre a uno, e la percentuale di mortalità è ancora abbastanza elevata, con 5 mila decessi all’anno nel nostro Paese. Tutto ciò è legato ad una tarda possibilità di diagnosticare la malattia, che si manifesta in modo silente con sintomi e segni poco specifici. I primi campanelli d’allarme che possono portare ad un sospetto di malattia sono la presenza di sangue nelle urine e la ritenzione dell’ urina stessa, ma come è chiaro solo esami specifici possono portare ad una diagnosi certa della patologia. Spesso questa avviene in una fase già avanzata se non tardiva del decorso patologico, per cui al momento la via migliore da seguire è quella della prevenzione. Il tumore alla vescica si manifesta mediamente attorno e dopo i sessant’ anni di età per cui è essenziale fin da giovani adattare uno stile di vita sano e salutare. Le cause che portano allo sviluppo della malattia sono a tutt’ oggi sconosciute ma è stato appurato che il fumo di sigaretta è una componente fondamentale nel 50% dei casi patologici. All’astinenza dal fumo va aggiunto una dieta sana ed equilibrata e un attività motoria regolare. Altra concausa importante è un attività lavorativa che comporta l’eposizione continuativa per lunghi periodi alle amine aromatiche. Lavorare nei campi, raffinerie metallurgiche, e altri settori industriali di tipo chimico rappresenta un motivo in più per tenere sotto controllo il proprio apparato urinario. Non esistono screening e metodi diagnostici tali da poter individuare presto un esito di tumore alla vescica e nel momento in cui viene diagnosticato è opportuno eseguire una serie di analisi specifiche quali TAC, risonanza magnetica, ecografia ed urografia. Altri sintomi che possono far sospettare una patologia sono bruciore alla vescica in fase di compressione dell’addome, difficoltà e dolore ad urinare, sviluppo di infezioni con molta facilità. In base allo stadio di avanzamento della malattia, l’ intervento medico riguarda l’asportazione delle mucose in elettro chirurgia (per tumori superficiali), oppure nei casi più gravi (tumore invasivo) vi è un mix di chemioterapia e chirurgia di asportazione. Il disagio psichico che ne consegue è molto importante, in quanto il paziente dovrà convivere con incontinenza urinaria e alterazione dell’immagine. Quindi, come si evince, al momento non possiamo far altro che adattare uno stile di vita sano, in attesa che la ricerca medica avanzi e ci permetta di stabilire in tempi non sospetti se il nostro organismo avrà o meno la possibilità di sviluppare questa patologia.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come prevenire il cancro alla vescica?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento