Phishing, come riconoscerlo e difendersi dalle truffe online?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:00:53 09-01-2017

Nonostante si tratti di un fenomeno oramai conosciuto, ancora molti utenti cadono nella trappola del phishing: le truffe perpetrate su Internet per carpire informazioni personali e credenziali di accesso a conti bancari sono infatti numerose e un’indagine ha rivelato che quattro italiani su dieci ne sono vittime. Non solo: stando al rapporto fornito dall’APWG (Anti-Phishing Working Group), nel corso di quest’anno è stato inviato un numero record di finte email da parte di hacker che hanno rubato migliaia di password, mentre sono aumentati i casi di “ransomware” (virus che criptano l’accesso ai dati e chiedono un “riscatto” per sbloccarli). Tuttavia, è possibile difendersi da queste truffe seguendo dei semplici consigli e imparando a riconoscere i messaggi sospetti.

ATTENZIONE A GRAMMATICA E TONO – Da tempo, il sito del “Garante per la Privacy e la Protezione dei Dati Personali” diffonde dei vademecum per individuare i casi di phishing e che consigliano di fare attenzione al modo in cui le email e le comunicazioni via chat o social network vengono scritte: errori di grammatica, formattazione poco “istituzionale” o traduzioni approssimative sono l’indizio che il messaggio non proviene da un sito sicuro. Di solito, i mittenti hanno nomi strani o formati da sequenze casuali di caratteri alfanumerici; inoltre, anche il tono del messaggio può essere rivelatore dato che intimidazioni e ricatti non sono mai inviati da enti statali o istituti di credito e qualsiasi richiesta pressante di fornire dei dati sensibili è un campanello d’allarme.

RICONOSCERE UN “SITO CLONATO” – Gli hacker hanno vita facile poiché i siti di banche e istituzioni vengono utilizzati a casa da utenti poco avveduti. Per capire se un link contenuto in un messaggio reindirizza a “siti clonati” basta guardare innanzitutto il logo della società, spesso un’immagine che imita in modo grossolano l’originale. Un trucco per evitare di cliccare su collegamenti che installano dei “trojan horse” è quello di puntare il mouse sul link e leggere in basso, sulla barra di stato del browser, dove realmente verremo indirizzati.

I “TOOL” PER DIFENDERSI
– Tuttavia, oltre al ricorso a questi piccoli accorgimenti e al buonsenso, gli esperti consigliano di aggiornare frequentemente l’antivirus: le versioni più recenti sono caratterizzate da sistemi per rilevare i messaggi sospetti, mentre è utile ricorrere a quei provider di posta che dotano le loro “inbox” di filtri anti-spam e cestinano automaticamente le email di phishing. Infine, la Polizia Postale ha messo a disposizione degli utenti dei “tool” gratuiti che proteggono dai “ransomware”; per decriptare i dati e non sottostare ai “ricatti” è stato lanciato anche il portale www.nomoreransom.org che offre diversi software per sbloccare il proprio device.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Phishing, come riconoscerlo e difendersi dalle truffe online?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Bastano pochi accorgimenti per evitare le trappole , Un antivirus aggiornato rileva i messaggi sospetti

Giudizio negativo Svantaggi: Le tecniche di phishing si evolvono con grande rapidità

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: antivirus per pc phishing truffe online

Categoria: Computer e Internet

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Phishing, come riconoscerlo e difendersi dalle truffe online?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento