Perchè le zecche dei piccioni sono pericolose?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:14:52 14-06-2016

Le zecche dei piccioni sono dei parassiti, molto simili alle zecche canine, che si trovano principalmente nei centri urbani a causa della nidificazione dei colombi nei sottotetti degli edifici. Le loro dimensioni sono piuttosto piccole e corrispondono a qualche millimetro (è quindi difficile poterle vedere), hanno la forma di un seme di girasole e la loro colorazione è di colore grigio o bruno.

Durante il giorno la zecca si nasconde nell’ambiente circostante e durante la notte si sposta per cibarsi del sangue di organismi che dormono, in quanto questi insetti ha dei recettori molto sviluppati che permettono loro di percepire fonti di calore e di anidride carbonica (espirata nell’ambiente durante la respirazione). La caratteristica che rende particolare questo parassita è la sua capacità di nascondersi e restare a digiuno per anche 7 anni senza morire.

Solitamente i suoi pasti si svolgono in tempi molto brevi (5-10 minuti) ma nel caso in cui la vittima non sia un animale ma un essere umano, la situazione potrebbe evolversi in una qualcosa di, scomodo e, soprattutto, pericoloso per la vita stessa. Questo perchè quando una zecca si nutre di sangue, rilascia allo stesso tempo delle tossine all’interno del corpo ospitante, che possono provocare in alcuni soggetti forti reazioni allergiche, prurito e orticaria.

Spesso non ci si accorge subito delle punture perchè, quando inizia a mordere la vittima, la zecca oltre alle tossine rilascia anche degli anestetici che non permettono alla vittima di agire tempestivamente e accorgersi del morso. 
Nei casi più gravi la vittima potrebbe subentrare in uno stato di shock anafilattico e in questo caso è necessaria un’azione immediata per evitare il decesso della persona attaccata dal parassita.

Nel caso in cui ci si dovesse accorgere della zecca proprio nel momento in cui si sta cibando, è di fondamentale importanza non provare a staccarla dalla pelle, in quanto l’animale ha degli uncini che le permettono la completa adesione sull’epidermide, e si rischierebbe di provocare lesioni sulla pelle e la conseguente diffusione di infezione. Meglio ungere l’animale in modo da farlo soffocare e facilitare la sua rimozione.

Spesso le zecche si concentrano dove sono presenti accumuli di feci di colombi, ma si possono spostare ed entrare in questo modo in edifici e abitazioni passando attraverso piccole e strette fessure. 
Nel caso in cui si dovessero riscontrare pizzichi di zecca sul corpo, è molto importante analizzare l’ambiente circostante e fare attenzione alle fessure presenti su muri e pavimenti, è proprio in questi posti che si nascondono le zecche. Nel caso in cui ne siano presenti alcune è di fondamentale importanza agire impedendo la nidificazione dei colombi e chiamando personale qualificato che possa agire in modo immediato procedendo con una disinfestazione dell’abitazione o dell’edificio in questione, che eliminerà la presenza di questi scomodi parassiti. 

Un accorgimento importante è quello di pulire sempre le feci spesso presenti sui davanzali per non favorirne l’accumulo e quindi la presenza delle zecche.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Perchè le zecche dei piccioni sono pericolose?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Possono essere eliminate attraverso la disinfestazione , Si deve impedire la nidificazione dei colombi nei sottotetti

Giudizio negativo Svantaggi: Una puntura di zecca può, in casi estremi, causare uno shock anafilattico e il decesso della persona punta.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: shock anafilattico zecche dei piccioni

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Perchè le zecche dei piccioni sono pericolose?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento