Perché un gatto nero che attraversa la strada porterebbe sfortuna?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:15:40 04-04-2013

Per comprendere come questa convinzione sia nata bisogna risalire indietro nel tempo.

Desmond Morris, nel suo famoso testo “Capire il gatto“, ha fatto un ampio studio, prendendo in considerazione il gatto nero come animale malvisto in generale, indipendentemente che attraversasse o meno la strada ed è risalito al quando e al perché questo felino si è diffuso in Europa.
Pare che le origini del gatto nero come animale con colore ben distinto, risalgano ai Fenici che fecero uscire di nascosto alcuni  gatti sacri dall’Egitto vendendoli in tutto il Mediterraneo poiché il camuffamento naturale notturno li rendeva particolarmente efficienti contro i topi. I ratti portavano la peste, quindi chi riusciva a cacciarli era il benvenuto e così il gatto nero divenne molto richiesto e si espanse in tutto il continente europeo.
Nel Medioevo, però, la sua immagine venne associata alla magia nera e alla stregoneria, perché, come insegna la storia delle religioni, ciò che veniva considerato santo da una precedente fede religiosa doveva essere automaticamente condannato da un nuovo credo. Fu così che la Chiesa medioevale diffuse l’associazione gatto nero animale demoniaco, legato alla magia nera, amato dalle streghe e da lì a vederlo come portasfortuna il passo fu breve. Il fatto che siano animali che vanno in giro anche con il buio, in un clima di terrore e di superstizione come quello dell’epoca medioevale, nella mentalità popolare li associò, gioco forza, a tutto ciò che era oscuro e magico nel senso più negativo del termine.
Risalendo ad un’epoca a noi più vicina, ossia al XIX secolo, alcuni studiosi hanno sottolineato il fatto che ciò che li aveva avvantaggiati come cacciatori notturni li condannò quando si diffusero le carrozze: nel buoi della notte i cavalli vedevano i gatti neri solo all’ultimo momento, impauriti si imbizzarrivano causando numerosi incidenti e questa potrebbe essere una spiegazione “logica” del perché un gatto che attraversasse la strada fosse malvisto.
Oggigiorno la credenza che un gatto nero che attraversa la strada porti sfortuna non è più così diffusa come in passato, grazie ad una maggiore coscienza animalista e grazie anche ad un più elevato livello culturale presente nella società moderna; tuttavia è innegabile che ci sia ancora qualcuno che ci crede perché, come tutte le dicerie popolari, è dura a morire definitivamente.

 

Perché un gatto nero che attraversa la strada porterebbe sfortuna?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il gatto rappresentava un anomale sacro nell'antico Egitto , In epoca medioevale si diffusero i gatti neri, in quanto abili cacciatori notturni dei topi, veicolo di peste.

Giudizio negativo Svantaggi: Sempre nel medioevo, però, l'associazione di animale magico, legato alle streghe. Nomea resa ancora più negativa a seguito della serie di incidenti che, con l'avvento delle carrozze, i gatti provocavano, spaventando, talvolta, i cavalli nella notte e facendoli imbizzarrire.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: gatto nero magia sfortuna

Categoria: Animali da compagnia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Perché un gatto nero che attraversa la strada porterebbe sfortuna?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento