Come organizzare un picnic se nostro figlio ha pochi mesi

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:55:33 25-03-2014

Primavera, tempo di passeggiate e scampagnate all’aria aperta che, con la bella stagione costituiscono un toccasana per ossigenarsi, ritemprarsi e rifocillarsi dalla stanchezza dell’inverno, al sole.
I bambini, molto più dei grandi, hanno bisogno di uscire quando il tempo è bello perchè all’aria aperta, soprattutto in tenera età, sviluppano le difese immunitarie e rafforzano l’organismo, senza considerare poi che in questa età ogni uscita è un’avventura che permette anche ai più piccoli di acquisire un bagaglio di esperienze fondamentali che permetterà loro di conoscere il mondo.

Organizzare un pranzo all’aperto costituisce il modo migliore per godere il sole e la natura. Per i più fortunati, che hanno a disposizione un giardino, un terrazzo o un parco vicino casa, proporre un pranzo fuori potrebbe essere trasformato in una vera e propria abitudine da istituire ogni qualvolta sussistano le giuste condizioni meteo.
Quando ci si appresta ad organizzare un pic nic all’aperto, è importante tenere in debito conto le abitudini dei bambini più piccoli che, per via delle loro esigenze particolari, necessitano di determinate accortezze che non devono essere trascurate.
Se il luogo in cui si svolgerà il pranzo è situato in prossimità della casa, per non sconvolgere troppo gli orari e le abitudini dei neonati, si potrà fare in modo che il bambino consumi il proprio pasto, che si tratti della poppata o degli omogeneizzati, nella tranquillità della propria cucina, subito prima di uscire di casa e al ritorno dalla scampagnata in esterna, in questo modo potrà godersi appieno la giornata e anche i genitori, inevitabilmente stanchi e provati dalla nuova esperienza di paternità e maternità, potranno avere qualche ora a disposizione per riposare e stare vicino al proprio bambino. Opzione consigliabile in caso di neonati che hanno bisogno, in caso di spostamenti fuori casa, di un’attrezzatura pesante e ingombrante che è fastidiosa da portare in giro.

Se il pranzo all’aperto si svolgerà, invece, in terrazzo, giardino o strettamente vicino all’abitazione, sarà bello fare sì che il bambino consumi il suo pasto all’esterno, condividendo insieme ai genitori questo momento di convivialità che, per via del lavoro e degli impegni, non sempre può essere goduto.

L’immagine di una madre che allatta il proprio figlio all’aperto, in mezzo alla natura, richiama ad atmosfere antiche e ricche di significato e non mancherà certo di emozionare gli spettatori di questo spettacolo.

Infine, i genitori, per potere gustare pienamente il pranzo, dovranno, in primis, indossare un abbigliamento comodo e antimacchia, un atteggiamento easy e sorridente, e una voglia di condividere un momento di unione tra i membri di una famiglia nata da poco e che ha bisogno di scorci di normale quotidianità per potere incrementare un sentimento di grande amore.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come organizzare un picnic se nostro figlio ha pochi mesi
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come organizzare un picnic se nostro figlio ha pochi mesi? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento