Ogni quanto va fatta la manutenzione della caldaia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:49:13 03-03-2011

Ogni quanto tempo deve essere eseguita la manutenzione della caldaia? Il decreto legislativo numero 192 del 2005 regolamenta le modalità e i tempi con i quali devono essere effettuate le verifiche degli impianti. Nel decreto si legge che per quanto riguarda gli impianti che dispongono di potenza nominale del focolare uguale o superiore a 35 chilowatt, i controlli devono essere eseguita perlomeno una volta all’anno. Ciò deve avvenire sia nel caso in cui si abbia a che fare con impianti alimentati a gas, sia che si abbia a che fare con impianti alimentati a combustibile solido o liquido. Un esempio di impianto con potenza superiore ai 35 chilowatt è quello del condominio centralizzato. In presenza di impianti con potenza al di sotto dei 35 chilowatt, per esempio tutti gli impianti autonomi che fanno parte di abitazioni con dimensioni medie e piccole, viceversa, la verifica deve avvenire almeno una volta ogni due anni, nel caso in cui il generatore di calore sia stato installato da almeno otto anni. La stessa cosa deve essere effettuata per gli impianti che dispongono di generatore di calore ad acqua calda non a tiraggio forzato ma a focolare aperto, presenti all’interno di appartamenti abitati. Infine, per tutti gli altri impianti, vale a dire quelli con potenza inferiore ai 35 chilowatt presenti in locali non abitati con tiraggio forzato oppure a focolare aperto, c’è l’obbligo di effettuare il controllo solo ogni quattro anni. Risulta evidente, da quanto stabilito dal decreto, che i piccoli impianti non hanno bisogno di essere sottoposti a un controllo ogni anno, ricordiamo che un controllo viene fatto pagare mediamente 60 o 70 euro, nel caso in cui si tratti solo di manutenzione classica, ma i prezzi possono salire fino ai 150 euro nel caso di controllo della combustione. Questo tipo di controllo è da effettuare ogni due anni. Solitamente, è bene precisarlo, sono i manutentori stessi a avvisare gli utenti del fatto che sia necessario effettuare il controllo annuale. Riassumendo, ribadiamo che se la caldaia è stagna, è situata all’esterno dell’appartamento o ha meno di otto anni, il controllo fumi, comprendente anche la pulizia, deve essere eseguito una volta ogni quattro anni. Se la caldaia è stagna e ha più di otto anni, o è situata all’esterno dell’appartamento il controllo deve avvenire ogni due anni. Infine, se la caldaia ha meno di otto anni ma è situata all’interno dell’abitazione e non è stagna, bisogna predisporre il controllo di efficienza termica una volta ogni due anni. Purtroppo in Italia, secondo quanto rivelato da Confartigianato, solamente sette cittadini su dieci eseguono una manutenzione corretta delle caldaie. Inoltre, in media, negli ultimi cinque anni, secondo quanto rivelato dal Comitato Italiano Gas, si sono verificati circa 160 decessi all’anno dovuti all’errato funzionamento delle caldaie e all’assenza di manutenzione, morti che si sono concentrate specialmente nel Nord Italia, con circa il 70 % dei decessi.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Ogni quanto va fatta la manutenzione della caldaia?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: devono essere eseguiti almeno una volta l'anno , i piccoli impianto non devono essere sottoposti ad un controllo

Giudizio negativo Svantaggi: muoiono molte persone ogni anno per le caldaie malfunzionanti

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: caldaia casa manutenzione caldaia

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Ogni quanto va fatta la manutenzione della caldaia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento