Come lucidare i mobili?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:56:26 07-01-2011

Salve a tutti, oggi ci concentriamo sul fai da te, data la mia esperienza nel restauro, dedicherò una guida alla lucidatura dei mobili, in modo da spendere meno facendo tutti da soli (un grande vantaggio) … lo svantaggio è che dovrete avere pazienza e tempo a disposizione per poterlo fare.
Innanzitutto c’è da dire che la lucidatura è l’ultimo stadio in riferimento al restauro di un mobile, dunque prima dovrete o vi farete fare tutto il resto. La lucidatura che io preferisco è quella a gommalacca e dunque adesso vi svelerò i segreti per farla bene, ma prima di tutto parliamo di prezzi, il costo che andrete a sostenere potrà variare dai 50 euro ai 120 euro circa (non male rispetto ai prezzi che vi chiederebbero in un negozio apposito).
Cosa è innanzitutto la gommalacca? Si tratta di una secrezione di un insetto che si chiama cocus lacca o anche laccifer lacca; questo animale vive nei pressi dell’Asia meridionale, e vive per potersi cibare su alcuni alberi come quello dell’acacia, del ficus ecc. Per potersi difendere da qualsiasi agente esterno ha al di fuori di esso una corteccia che è costituita propriamente dalla lacca.
Questa gommalacca applicata sui mobili li rende più lucenti ed è al tatto asciutta e liscia.
Come si prepara questa vernice? Per poterla preparare la si fa sciogliere nell’alcool ad almeno 100 gradi e per conservarla dovete riporla in un luogo fresco e asciutto ma soprattutto al buio.
Come si applica? Questo materiale può essere applicabile in due diversi modi, o utilizzando un pennello oppure con un semplice tampone (migliore metodo).
Per la lucidatura con il tampone avrete necessità di diverso tempo a disposizione, dunque armatevi di calma e pazienza senza scoraggiarvi.
Preparate il tampone, che dovrà essere piccolo per piccole superfici e grande per superfici più ampie, versando la gommalacca in un recipiente e li immergetevi il tampone, dopo di che prendetelo e mettetelo in un telo di lino, raccogliete i bordi e strizzateli in modo da avere il tampone pronto.
Terminata questa operazione di passaggio di gommalacca, quando il mobile sarà asciutto, potrete adesso fare la pomiciatura, che serve per chiudere i fori del legno e rendere ancor più liscia la superficie.
Questa polvere di pomice deve essere distribuita spolverandola su tutta la superficie per diverse volte fin quando non vi accorgerete in contro luce che il mobile sia perfettamente liscio.
Adesso potrete passare, dopo un paio di giorni naturalmente, alla fase di lucidatura
Utilizzando un nuovo tampone. Dovrete in pratica stendere la gommalacca su tutto il legno con il tampone, questa dovrà essere abbastanza diluita in modo che il legno venga più lucido. Fate diverse passate lasciando tra una e l’altra un paio di giorni.
Adesso l’azione finale, ossia la brillantatura, la parte più difficile e importante per la rifinitura. Il fine è quello di togliere tutti i segni lasciati dal tampone. Dovrete utilizzare un nuovo tampone e bagnarlo nella gommalacca molto diluita. Passatelo velocemente e delicatamente su tutta la superficie affinchè venga più brillante.
Detto ciò, non mi resta che augurarvi buon lavoro!

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come lucidare i mobili?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento