L’ipnosi può aiutare a smettere di fumare?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 13:17:20 29-11-2011

Un fumatore, in media, tenta di smettere di fumare circa 4 volte nell’arco della propria vita, e più il tentativo fallisce più ci si convince che sia molto difficile e una perdita di tempo solo averci provato. Smettere di fumare, in realtà, è facile se si conoscono i motivi della dipendenza dalla nicotina, nascosti semplicemente nel comportamento delle persone.
Esistono vari metodi, alcuni falliscono e altri meno. L’ ipnosi, per esempio, è uno dei metodi che viene spesso utilizzato come “cura”, poiché pare che attenui l’ astinenza dalla nicotina e permetta di controllare alcuni aspetti psicologici legati alla dipendenza. Logicamente non è una tecnica che si può fare col “fai da te”. Al contrario, bisogna seguire determinate regole. E’ necessario, prima di tutto, spiegare cos’è l’ ipnosi: una pratica che si utilizza per condurre un soggetto ad una particolare condizione psichica; la mente si trova in uno stato di attenzione superiore al normale e con una minore influenzabilità dalle distrazioni che provengono dall’esterno. Quando il soggetto è sotto ipnosi, mantiene sempre attiva la propria volontà. Con questa tecnica, praticamente, in una fase di completo rilassamento, non viene fatto altro che stimolare l’ inconscio del soggetto, lavorando su quella parte che desidera il cambiamento in positivo; viene fortificata la volontà di non fare più uso di nicotina e ciò aiuta a far passare l’ ansia e la paura di non riuscirci. E’ molto importante che chi decida di sottoporsi all’ipnosi, sia cosciente di voler smettere di fumare e quindi abbia chiara questa volontà, perché solo in questo modo si ottengono effetti positivi.
E’ necessario sicuramente trovare un buon psicoterapeuta, un medico professionale con un regolare titolo di studio, che sottoporrà il paziente fino a un massimo di 6 sedute della durata di 10 minuti ognuna, con un costo che va dalle 80 alle 100 euro: queste bastano per ottenere un notevole successo.
Uno dei vantaggi della pratica in oggetto è che non viene somministrato alcun farmaco. E’ controindicata, invece, nei soggetti che soffrono di forte depressione e con scarse capacità creative, negli anziani con aterosclerosi e negli psicotici.
Oggi, sul campo, sono state portate avanti ricerche per valutare se effettivamente sottoporre un soggetto all’ipnosi possa produrre risultati positivi: si è riscontrato, però, che la tecnica non è molto efficace, i risultati sono poco significativi. Alcune statistiche mostrano solamente un 30% di successo nell’ipnosi come scelta per smettere di fumare. Naturalmente, influisce fortemente il fatto che durante questa tecnica un paziente si senta completamente rilassato, senza pensieri, problemi o disagi a livello personale. Il successo dell’ipnosi aumenta se si possiede una forte creatività, immaginazione e buona volontà; in caso contrario, se il soggetto si presenta abbastanza scettico e non collabora attivamente col medico presso cui si trova in cura, diminuisce.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

L’ipnosi può aiutare a smettere di fumare?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: uno dei metodi che viene spesso utilizzato come cura , non viene somministrato alcun farmaco

Giudizio negativo Svantaggi: non è una tecnica che si può fare col fai da te

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: danni fumo fumo di sigaretta ipnosi smettere fumare

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su L’ipnosi può aiutare a smettere di fumare?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento