La terra rischia di essere colpita da un asteroide?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:14:22 15-02-2011

La terra potrebbe essere colpita da un asteroide? E se sì, quando?
Accanto ad una serie di bufale riguardanti il 2012 e che imperversano indisturbate nella rete, si trovano su internet altrettante valide, razionalissime teorie riguardanti quello che potrebbe essere il futuro del nostro pianeta, a partire dai prossimi mesi, per culminare con le catastrofiche previsioni del solstizio d’inverno.
Ci si appella alla profezia maya, che termina il proprio calendario, quello del “lungo computo”, proprio il 21 dicembre, in cui si era prevista già migliaia di anni fa una serie di condizioni favorevoli alla costituzione di una nuova era. In realtà i maya non parlano di una distruzione di massa, ma il fatto che il loro calendario prevedesse cinque ere e che questa fosse l’ultima, fa immaginare diverse soluzioni possibili.
La profezia maya è supportata da una serie di teorie, di popoli lontani e che con loro non avevano contatto, ma non parla di un asteroide in “caduta libera”. Quello di cui si parla è una posizione astronomica in cui la terrà si verrà a trovare in quella data: il centro della via Lattea, e che rappresenta un’assoluta novità per il sistema nel quale viviamo. O meglio, una storia che si ripete circa ogni 25 mila anni.
La fantomatica caduta di un asteroide distruttivo si lega piuttosto all’attività del sole, che negli ultimi anni si è intensificata, raggiungendo una fase tumultuosa che non si riscontrava da circa undicimila anni, e che già negli ultimi tempi si era manifestata con tempeste solari trasformatesi in tempeste terrestri, che hanno generato sul nostro pianeta tre uragani di grandi proporzioni: Katrina, Rita e Wilma.
La differenza rispetto a questi ultimi, nel caso della prossima caduta di un asteroide, starebbe nel fatto che il campo magnetico terrestre è diventato sempre più debole e ricco di squarci, che non ci tutelerebbero nel caso di una nuova inversione dei poli magnetici (anche questa prevista per il prossimo anno) e dell’intensa attività della crosta terrestre in risposta all’attività solare.
In realtà di asteroidi verso la terra ne partono diversi, e dovremmo esserci abituati. Uno degli ultimi, di dieci metri di diametro, è caduto l’8 ottobre 2009 in Indonesia, esplodendo nella stratosfera con un impatto che superava di tre volte la bomba di Hiroshima. L’esplosione è avvenuta a 20 km dalla crosta terrestre, facendo dissolvere i detriti nell’oceano. Faccenda, questa, di cui si è parlato poco, ma che la Nasa non ha potuto smentire a causa delle registrazioni della scia luminosa persistente per diversi minuti nella nostra atmosfera.
La paura inerente la caduta di un asteroide riguarda forse il timore dei due eventi (la posizione della terra al centro della via Lattea e le tempeste solari) legati all’’immaginario (perché mai del tutto provato) asteroide caduto sul pianeta che portò all’estinzione dei dinosauri.
Gli astronomi avvertono però che la posizione interstellare del 2012 sarà la stessa dell’’anno in cui presumibilmente, si verificò la scomparsa di Atlantide.
Se è vero che il 21 dicembre 2012 inizia una nuova era, non possiamo far altro che stare ad aspettare. Del resto, manca davvero poco.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su La terra rischia di essere colpita da un asteroide?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento