La terra è bombardata da una tempesta solare?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:28:08 01-03-2011

Un dossier, svolto dalla US National Academy of Science, per conto della NASA e dell’ESA, annuncia la previsione di una tempesta solare. Questo catastrofico evento, che metterebbe a rischio quasi ogni sistema vivente sul nostro pianeta, dovrebbe scatenarsi, quasi inutile dirlo, nel 2012. Dunque la NASA fa un decisivo passo in avanti, tra i tanti che restano inermi e preferiscono non prendere posizione, accodandosi ai sostenitori dell’inevitabile fine del mondo. Nella relazione eseguita si parla, in maniera preoccupante, di veri e propri eventi catastrofici, come i bombardamenti di tempeste solari e degli sciami meteoritici. Alla luce di tutto ciò si valutano in maniera del tutto differente le basi sotterranee e la raccolta di sementi presso l’isola di Svalbard. Qui il tunnel che è stato costruito, tra il Polo Nord e la Norvegia, è in grado di contenere quasi 5 milioni di campioni di sementi, e tenendo conto del fatto che ogni campione può contenere 500 semi, la cifra complessiva di semi dunque si aggirerebbe intorno ai 2.5 miliardi. Il timore è quello di trovarsi a dover fronteggiare un disastro dalle dimensioni talmente spaventose da poter far sparire ogni coltura alimentare. A confermare tutto ciò è proprio la scelta del luogo di conservazione, un tunnel all’interno di una montagna, a 130 metri sopra il livello del mare, costruito in permafrost, una roccia che permetterebbe ai campioni conservati di restare congelati, anche nell’eventualità di assenza d’elettricità. Quest’ultima possibilità è sorretta dai fatti accaduti nel 1859, quando le telecomunicazioni furono mandate in tilt da un fenomeno magnetico, il che fa temere, in una società come la nostra, ultra dipendente dai sistemi elettronici, un blackout mondiale capace di sconvolgere qualsiasi società. Di certo però tutti possono rendersi conto dell’enorme differenza tra la catastrofe avvenuta e quella che potrebbe ripetersi probabilmente non nella sostanza del fenomeno quanto, e soprattutto, negli effetti sulla vita dell’uomo. Infatti 150 anni fa il blackout non riuscì a creare grandi e gravi disastri, dal momento che non riuscì a far altro che mandare in tilt tutte le reti del telegrafo. Oggi invece il mondo tremerebbe al solo pensiero. Lo scenario più estremo infatti sarebbe quello di vedere bloccata nel giro di poche ore la distribuzione dell’acqua potabile, la perdita di cibi conservati nel giro di sole 24 ore, se non meno, l’interruzione di quasi ogni forma di moderno riscaldamento, dei trasporti, delle comunicazioni e dei servizi ospedalieri. Tutto dipende dalla fase attiva che il Sole attraversa ogni 11 anni. Durante questo periodo infatti, si possono scatenare delle tempeste magnetiche di grande o irrilevante potenza, capaci di annullare i nostri satelliti. La relazione si conclude con un esortazione alla prevenzione, rafforzando la difesa delle tecnologie più delicate, e provando a dipendere sempre meno da queste. Assurdamente nel 2011 l’uomo dovrà fare un passo indietro, tornando alla semplicità.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

La terra è bombardata da una tempesta solare?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: bisogna rafforzare le difese delle tecnologie , la NASA fa un passo in avanti

Giudizio negativo Svantaggi: in questa relazione si parla in modo preoccupante

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: ambiente disastro ambientale Nasa tempesta soalre

Categoria: Ambiente

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su La terra è bombardata da una tempesta solare?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento