Il termine “petaloso”, il suo significato e com’è arrivato fino all’Accademia della Crusca

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:58:58 01-03-2016

Un termine coniato da un bambino di otto anni e che presto entrerà a far parte della lingua italiana, petaloso è diventato ormai il termine più discusso del momento, la maestra Margherita Aurora, insegnante delle scuole elementari si è trovata un compito del suo alunno Matteo, che in risposta alla sua domanda di descrivere alcuni fiori ha scritto che le margherite sono fiori petalosi mentre i papaveri lo sono meno.

Petaloso dunque andrebbe a far parte degli aggettivi che finendo con la desinenza – oso una certa quantità del soggetto, in questo caso petalo, si definisce quindi come un oggetto con molti petali.
La maestra ha trovato l’errore del bambino una parola costruttiva ed ha quindi deciso di contattare l’Accademia della Crusca per chiederne l’ingresso nei dizionari.
L’Accademia è la custode della lingua italiana dal lontano 1583 e tutte le parole che sono all’interno dei nostri dizionari passano dallo studio dei luminari che la compongono.

Chiunque tramite lettera può chiedere l’inserimento di una parola, sia indirizzando la posta a: Accademia della Crusca, Via di Castello 46 cap 50141 Firenze, oppure anche tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: posta elettronica certificata accademiadellacrusca@pcert.postecert.it.

Dopo loro attento studio, riceverete il responso direttamente a casa, a questo punto però non è garantito che la parola sia subito inserito, perchè, come è successo a petaloso prima il termine deve diventare di dominio pubblico.
Quindi la maestra ha ricevuto come risposta che la parola petaloso è molto bella, originale e fresca, che considerano degna di essere inserita nel vocabolario, ma che come per tutte le parole prima deve diventare di dominio pubblico.

L’insegnante ha studiato quindi il metodo migliore per rendere pubblico ai tempi moderni un termine, utilizzando il web ed i social network.
Il primo passo compiuto dall’insegnante è stato di chiedere a tutti i contatti di diffondere il termine, e poi si è rivolta ai telegiornali raccontando la storia, in pochi giorni la maggior parte degli italiani conosce il termine, non solo si parla ovunque di questa storia ma sono partite vere e proprie campagne per diffondere l’uso della parola, molti utenti dei social network hanno infatti fotografato un fiore su di un dizionario aperto proprio a simboleggiare l’ingresso della parola petaloso nella lingua.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Il termine “petaloso”, il suo significato e com’è arrivato fino all’Accademia della Crusca
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Un termine fresco e simpatico , Aumentare le parole della nostra lingua

Giudizio negativo Svantaggi: procedura lunga e di difficile diffusione

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: Accademia della Crusca lingua italiana

Categoria: Notizie ed eventi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Il termine “petaloso”, il suo significato e com’è arrivato fino all’Accademia della Crusca? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento