Il piercing all’ombelico è doloroso?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 7:53:38 07-03-2011

Cominciamo col dire che il piercing in qualsiasi parte del corpo lo si faccia un minimo di dolore lo provoca sempre.
Poi come ogni intervento che si rispetti tutto sta anche nelle mani, più o meno abili, di chi decidete di affidarvi. Infatti se il piercer è un esperto nel suo mestiere, dovrebbe essere in grado anche di ridurre al minimo il dolore.
Oramai quella del piercing è diventata una moda che ha preso piede soprattutto tra le ragazzine, che grazie a questo e al tatuaggio si sentono trendy e al passo con i tempi.
Si stima che in Italia abbiano il piercing almeno il 30% dei ragazzi di età compresa tra i 15 e i 19 anni, mentre la percentuale è più alta, e si attesta attorno al 33%, tra le ragazze di età compresa tra i 20 e i 35 anni.
Ci si fa praticare il buco per il piercing un po’ dappertutto, optando anche per sopracciglia, lingua, labbra, capezzoli, narici ed altre parti delicate del corpo, comprese quelle intime.
In particolare quello all’ombelico è molto richiesto e lo comincia ad essere ancor di più quando si avvicina il periodo estivo che consente di sfoggiarlo con tutta libertà, soprattutto col bikini in spiaggia.
Questo è conosciuto pure col nome di Navel e viene praticato di solito sul bordo superiore dell’ombelico – ma può interessare anche la zona sotto o laterale dell’ombelico – tramite l’ago o la pistola. E’ ovvio che a seconda la metodologia utilizzata sarà diverso il dolore che si sentirà e che comunque resta sempre soggettivo. Dipende dalla soglia di sopportazione al dolore che abbiamo ognuno di noi. E’ ovvio che un po’ di sofferenza sicuramente si sentirà nel momento della perforazione e pure quando la zona interessata si cicatrizzerà.
La cicatrizzazione non avverrà in tempi brevi anche per il fatto che la particolare posizione del piercing, soggetta a continua pressione da parte di pantaloni, cinte, indumenti, piegamenti del corpo e quant’altro, comporterà tempi lunghi per la guarigione.
Bisognerà fare attenzione anche allo sfregamento che può procurare irritazione ed arrossamento.
Difatti il piercing all’ombelico richiede un periodo di guarigione compreso dai 3 ai 12 mesi. Ed anche questo periodo, come il dolore, è soggettivo. Nel frattempo si dovrà provvedere a disinfettare la ferita quotidianamente, cercando di non esporla al sole, ai bagni al mare e alla sabbia. Bisognerà inoltre portare il gioiello sino a quando non avverrà la cicatrizzazione.
Ricordatevi che non tutti gli ombelichi possono essere forati per applicarvi il piercing, dipende anche dalla loro forma.
Per quanto riguarda inoltre la cura è importante utilizzare i prodotti adatti e soprattutto non bisogna toccarlo con le mani, a meno che queste non siano disinfettate con soluzioni antibatteriche.
L’importante è, in ogni modo affidarsi, come detto all’inizio, a mani esperte di professionisti che tra l’altro devono osservare un’igiene rigorosa, eviteremo così di andare incontro a seri rischi e di contrarre malattie gravi come ad esempio l’epatite B, C e l’Aids. I gioielli e gli anelli che andremo a riporvi, infine, devono obbligatoriamente essere in acciaio inox chirurgico o, tutt’al più d’oro, di titanio o di nibiono, e dotati di certificato CE. Eviteremo così infezioni e rigetti.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Il piercing all’ombelico è doloroso?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: è di moda , affidarsi a professionisti

Giudizio negativo Svantaggi: pericolo di contrarre malattie

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: piercing piercing lingua piercing ombelico tatuaggi

Categoria: Bellezza e stile

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Il piercing all’ombelico è doloroso?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento