Il giro del mondo in 7 cocktails

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:19:07 24-05-2019

Il mondo dei cocktail e dei bartender è vasto e ricco di variazioni e di storia.
Quello che qui vi presentiamo è un giro del mondo attraverso l’universo dei cocktail e la loro storia.

1. NEGRONI – ITALIA
Ci troviamo a Firenze nel 1919, quando un eclettico nobile fiorentino, il conte Camillo Negroni, chiese al suo barman di fiducia una variante dell’Americano, indicandoli una bottiglia di Gin. Dal gusto amaro, ma amabile, il Negroni è oggi uno dei cocktail più conosciuti al mondo.

INGREDIENTI:
- Gin
- Bitter Campari
- Vermut Rosso

2. WHITE RUSSIAN – BELGIO
Rimaniamo nel Vecchio Continente, per la precisione a Bruxelles, in Belgio, nel 1949, quando il barman Gustave Tops ideò una variante del Black Russian, con l’aggiunta di un dolce tocco finale: la panna montata in cima alla preparazione.

INGREDIENTI:
- Vodka
- Liquore al caffè
- Panna

3. IRISH COFFEE – IRLANDA
Attraversiamo il Canale della Manica sino a Shannon, in Irlanda, città non certo famosa per il clima mite. Qui, tale Joe Sheridan, cuoco di ristorante, al fine di riscaldare i passeggeri che arrivavano in città, stremati dalla pioggia e dal gelo, serviva loro un particolare caffè corretto, l’Irish Coffee, appunto.

INGREDIENTI:
- Caffè
- Whisky
- Panna

4. OLD FASHIONED – USA
Attraversato l’Atlantico, ci troviamo nel Kentucky, dove venne inventato uno dei cocktail più antichi al mondo. Secondo leggenda deve il suo nome al modo in cui il Col. James Pepper, rinomato produttore di Bourbon dell’epoca, era solito ordinare il suo whisky, dopo che l’ebbe assaggiato per la prima volta al Pendennis Club.

INGREDIENTI:
- Bourbon o Rye Whisky
- Angostura
- Zucchero
- Acqua naturale

5. MARGARITA – MESSICO
Attraversiamo il confine meridionale verso il Messico, per incontrare un cocktail tanto popolare da meritarsi una giornata internazionale: il Margarita. Dal sapore forte, ma ben equilibrato e dal retrogusto erbaceo, il Margarita Day viene celebrato il 22 febbraio.

INGREDIENTI:
- Tequila
- Triple Sec
- Succo di lime (o di limone)

6. MOJITO – CUBA
Giungiamo in America Latina, a Cuba, dove già nel ’500 si beveva un preparato molto simile all’odierno Mojito, El Draque, considerato da molti il primo cocktail al mondo. Dal gusto rinfrescante e fruttato, il drink prediletto da Hemingway, è l’ideale per essere gustato nelle calde giornate estive.

INGREDIENTI:
- Rum
- Lime
- Menta
- Zucchero di canna
- Soda

7. CAIPIRINHA – BRASILE
Terminiamo il nostro viaggio in Brasile. La Caipirinha, un tempo utilizzato come rimedio per l’influenza, deve il suo nome al termine usato per indicare gli abitanti delle zone rurali, Caipira. Cocktail molto alcolico, ma dal retrogusto rinfrescante, è meglio servito freddo.

INGREDIENTI:
- Cachaca
- Lime
- Zucchero di canna
- Miele

Il giro del mondo in 7 cocktails
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: La storia dei cocktail trattati, con relative peculiarità. , Il parallelo tra il viaggio geografico e quello descrittivo.

Giudizio negativo Svantaggi: I gusti e le caratteristiche specifiche dei cocktail trattati.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Viaggi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Il giro del mondo in 7 cocktails? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento