Il computer può danneggiare gli occhi?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 19:00:24 07-01-2011

Il lavoro al computer richiede un elevato sforzo di concentrazione per i nostri occhi, la tastiera, eventuali fogli da leggere, non sono tutti alla stessa distanza e si è costretti ad adattarsi a diverse condizioni di luminosità (tastiera-video, foglio-tastiera), cause che provocano affaticamento visivo.
Come ci si accorge se gli occhi sono stanchi?
Bruciore, arrossamento, palpebre pesanti, lacrimazione, difficoltà di messa a fuoco, questi sono i primi campanelli di allarme, parlando di occhio sano senza altre patologie.
Nei casi più acuti possono comparire cefalea, nausea e vertigine.
L’invenzione dei monitor LCD ha di certo regalato meno stress per gli occhi.
Quest’ultima generazione di schermi è più riposante, i pixel rendono l’immagine più pura e brillante , anche se soffermarsi per paracchie ore consecutive a fissare un computer può comunque stancare l’occhio, lo sfarfallio dello schermo, quasi impercettibile allo sguardo, ha un effetto irritativo per l’occhio.
Questo problema viene in parte risolto se il monitor ha frequenza superiore agli 85 Hz, la media di mercato è comunque 50 Hz.
Si può provare ad alzare il numero di Hz entrando nei drive del monitor e aumentando la frequenza di aggiornamento dello schermo se è possibile, altrimenti si ritorna alla frequenza originaria.
Ci sono delle accortezze da adoperare per avere meno danni agli occhi:
- la distanza del terminale deve essere 50-70 cm dagli occhi;
-il video deve essere un po’ al di sotto dell’altezza dell’occhio, lavorare con lo sguardo leggermente abbassato richiede un minore sforzo di messa a fuoco;
-regolare il livello di luminosità e contrasto in modo che sia più riposante possibile, questo varia da persona a persona quindi ogni pc dovrebbe essere regolato se usato prima da un altro;
-ogni tanto staccare lo sguardo e guardare il lontananza cercando di mettere a fuoco un oggetto;
- ogni ora e tre quarti fare cinque minuti di pausa alzarsi e passeggiare, ne hanno così beneficio occhi, schiena e gambe;
- per chi porta gli occhiali c’e qualche problema in più per via dei riflessi, regolare la luminosità dello schermo e usare possibilmente occhiali antiriflesso.
Alla domanda : il computer può danneggiare gli occhi?
Danni permanenti no, solo transitori che si risolvono con il riposo e adoperando gli accorgimenti sopra descritti, è per questo che sono state fatte delle leggi per i videoterminalisti.
Il danno può esserci se non si fanno pause, in questo caso l’occhio si affaticherebbe troppo e potrebbero esserci problemi di miopizzazione transitoria, riduzione dell’acquità visiva, fotofobia che a lungo andare potrebbero portare a problemi di miopia permanente.
Per quanto riguarda i bambini il danno è maggiore perchè l’occhio è ancora in fase di sviluppo e più debole.
Più che danni alla vista ci sono danni fisici, la stanchezza oculare ci rende più distratti, sbadati, e questo può provocare più incidenti domestici o adirritura stradali.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Il computer può danneggiare gli occhi?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento