Come funzionano le stufe a combustibile?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:04:23 07-02-2014

Le stufe a combustibile sono ottimali per riscaldare velocemente un ambiente. Risultano ideali per riscaldare abitazioni poco frequentate e/o prive di impianti di riscaldamento oppure come supporto, nei periodi particolarmente freddi, in ambienti già riscaldati.

Questo tipo di stufe è, in genere, di dimensioni contenute e fornita di ruote, per poter essere spostata agevolmente. Non necessita di canna fumaria, il che ne permette il posizionamento in ogni ambiente senza necessità di predisporre impianti o effettuare lavori. Poiché la combustione consuma ossigeno, è necessario che l’ambiente da riscaldare sia dotato di una presa d’aria che consenta un adeguato ricambio.

Il funzionamento è a base di combustibili idrocarburici liquidi raffinati, un tipo di combustibile molto sicuro, dai costi contenuti e inodore, facilmente reperibile nei centri commerciali, negozi di fai da te, ferramenta e siti di e-commerce.
La resa termica è molto elevata, quindi sono in grado di riscaldare un ambiente in modo ottimale e velocemente.

Tipi di stufe a combustibile liquido

Le stufe a combustibile liquido sono disponibili in due diverse versioni: a stoppino e a funzionamento elettronico.

Le stufe a stoppino necessitano di pile per l’accensione e sono dotate di comandi manuali.
La potenza massima è di 3 KW, la stessa di una stufa elettrica. Possono riscaldare, in modo ottimale, locali fino a 40 mq. Di solito hanno un serbatoio di 3/4 litri che permette un’autonomia di funzionamento fino a 24 ore, prima che occorra ricaricarlo.
Per accenderle occorre premere, per qualche secondo, un tasto che permette allo stoppino di impregnarsi di combustibile e poi premere il pulsante di accensione che fa partire delle scintille che accendono la fiamma pilota che provvede ad alimentare il bruciatore.

Le stufe a funzionamento elettronico necessitano dell’allaccio ad una presa dell’impianto elettrico. La corrente occorre sia per l’accensione, sia per far ruotare la ventola che permette al calore di diffondersi uniformemente nell’ambiente. La convenzione forzata le rende adatte a riscaldare velocemente locali fino a 60/70 mq. I consumi elettrici dovuti al funzionamento sono molto bassi.
Sono molto più facili da accendere rispetto alle stufe a stoppino e, appena accese, il termostato rileva la temperatura ambiente. Si imposta la temperatura desiderata (se già impostata in precedenza rimane in memoria) e la stufa funziona alla massima potenza fino a che l’ambiente non raggiunge la temperatura voluta. Successivamente la potenza di funzionamento si riduce in automatico per mantenere costante la temperatura nel locale riducendo, di conseguenza, anche i consumi.
E’ possibile anche impostare l’accensione e lo spegnimento automatico delle stufe grazie al timer di cui sono provviste.
Hanno una efficienza termica maggiore delle stufe a stoppino ma non possono funzionare in caso di interruzione della fornitura dell’energia elettrica.

Sicurezza

Tutte le stufe a combustibile liquido sono dotate di sistemi di sicurezza per impedire la fuoriuscita accidentale del carburante sia in caso di spegnimento accidentale, sia in caso di ribaltamento.
Poiché sono sistemi di riscaldamento pensati per essere utilizzati in ambienti domestici, sono provvisti di sistemi di sicurezza per i bambini che impediscono alle superfici esterne della stufa di raggiungere temperature elevate.

Le stufe a combustibile liquido a funzionamento elettronico sono provviste anche di una valvola di sicurezza che rileva la quantità di ossigeno presente nell’aria e, in caso scenda al di sotto di un determinato valore, provvede automaticamente allo spegnimento della stufa.
Inoltre, per far sì che i genitori possano stare tranquilli, questo tipo di stufe è provvisto di un sistema di “blocco bambini” che impedisce modifiche anche accidentali alle impostazioni definite dai genitori da parte di bambini.

Costi

Il costo di una stufa a combustibile liquido varia da qualche decina di euro per le stufe a stoppino a diverse centinaia per quelle a funzionamento elettronico.

Utilizzando la stufa alla massima potenza il consumo di combustibile è pari a 0,30 litri all’ora mentre alla minima potenza è di 0,08 litri/ora. Il costo relativo al consumo è in funzione del costo del combustibile che può variare molto da punto vendita a punto vendita e anche in base alla qualità e al formato acquistato.

Come funzionano le stufe a combustibile?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come funzionano le stufe a combustibile?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento