Come funziona il federalismo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:21:31 08-03-2011

Il Federalismo è un modo di distribuire i poteri e le funzioni tra Stato centrale ed enti locali. In Italia si parla da molto tempo dello stesso soprattutto ad opera della Lega Nord, movimento politico poi trasformato in partito che inizialmente aveva come obiettivo la secessione ovvero, il distacco delle regioni del Nord Italia rispetto al resto dell’ Italia e ciò a causa di una diversa distribuzione di ricchezze tra Nord e Sud Italia che ha fatto in modo che i cittadini del Nord, a fronte di redditi più alti, arrivano a pagare imposte più elevate, le stesse, nel sistema ancora oggi in funzione, vengono gestite dallo Stato Centrale che quindi redistribuisce le ricchezze sotto forma di trasferimenti e sotto forma di servizi. Con il sistema federale si tende a mantenere le risorse che arrivano dall’ imposizione fiscale nelle Regioni che le hanno prodotte. I rappresentanti di governo assicurano che saranno comunque creati dei fondi perequativi che aiuteranno a colmare le distanze economiche tra le varie parti del paese e di conseguenza non si creerà un paese a due velocità. Le principali novità che si stanno per introdurre riguarderanno soprattutto la possibilità dell’ applicazione di nuove imposte, come ad esempio la tassa di soggiorno. Andando al dettaglio, la tassa di soggiorno può essere istituita dai comuni capoluoghi di provincia, la misura massima è di cinque euro, si applica per ogni giorno di soggiorno. E’ una tassa volta a incrementare e pagare i servizi resi nelle città d’ arte che ogni anno ricevono i flussi di turisti. Il rischio è che ci sia una rinuncia di molti turisti alle vacanze in Italia e quindi anche gli albergatori rischiano delle perdite. La seconda novità è la tassa di scopo. Questa può essere istituita dai comuni laddove vi è un progetto di opera pubblica da realizzare, la stessa deve essere necessaria e deve essere realizzata entro termini determinati per legge, rischia comunque di essere un altro peso nelle tasche dei cittadini soprattutto nelle amministrazioni più fantasiose. Altra novità è la cedolare secca sugli affitti al 21%, in precedenza i redditi che derivavano dalla locazione di immobili venivano cumulati al reddito imponibile irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) con il rischio di provocare un aumento dell’ aliquota che per i redditi fino a 15.000 è ora al 23%, da questo punto di vista per il contribuente può esserci un risparmio anche se si favorisce il reddito di coloro che hanno di più rispetto ai semplici operai, si privilegiano fiscalmente i redditi che non arrivano da lavoro, ma da rendita. I comuni in base alla legge che si sta per approvare, potranno anche innalzare l’ addizionale irpef di 0,2 punti percentuali ogni anno. L’ ICI ( imposta comuale sugli immobili, eliminata solo per la prima casa) sarà invece sostituita dall’ IMU e invece di avere una percentuale variabile, resterà allo 0,67%. Dobbiamo ricordare che questo d.lgs è ancora al varo del Parlamento, non essendo ancora concluso l’ iter legislativo possono esservi delle modifiche e inoltre, dopo l’ approvazione potrà essere sottoposta a referendum abrogativo.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come funziona il federalismo?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: mantenere le risorse che arrivano dall' imposizione fiscale nelle Regioni che le hanno prodotte , cedolare secca sugli affitti

Giudizio negativo Svantaggi: nuove tasse

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: federalismo fiscale imposizione fiscale imposte Lega Nord

Categoria: Politica e governo

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come funziona il federalismo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento