Come farsi ubbidire dai bambini evitando di gridare

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:59:49 14-07-2015

Chi di noi non si è mai trovato a contatto con bimbi un pochino disubbidienti?

Che sia per via dei nostri figli o dei bambini di chi ci circonda, la nostra pazienze è messa alla prova dall’entusiasmo di questi simpatici diavoletti. La giornata pesante al lavoro può a quel punto essere il perfetto detonatore per farci esplodere e….Boom! ecco che ci si ritrova a urlare BASTAAA proprio come è successo a noi da piccoli, in barba a tutte le promesse che ci eravamo fatti.

Eppure è proprio con questi comportamenti che otteniamo un atteggiamento ostile, che non solo non ha effetto ma che provoca proprio l’effetto meno desiderato: capricci, prese di posizioni, e i “no” incomprensibili agli over 18.

Un bambino è una creatura dolce e spietata che va guidata con autorevolezza e non con autorità, ma soprattutto con poche idee chiare, che siano regole di comportamento vere e proprie, mutuate dall’esempio parentale innanzi tutto.
Le regole per una buona educazione non sono così diverse da quelle della buona comunicazione, lungi dall’essere questa guida esaustiva.

Non ci dimentichiamo che i bambini sono personalità uniche, distinte e diverse una dall’altra, oltre che persone in miniatura. Ciò che proponiamo, quindi, è da considerare un consiglio da far aderire poi al carattere e alle caratteristiche di ogni bimbo.

Innanzitutto le regole devono essere condivise e coerenti oltre che condivisibili: inutile chiedere al bimbo di obbedire se una regola che sia chiara (premessa ineluttabile) non sia poi sostenuta all’unisono da entrambi i genitori, oppure se la regola sia, come dicono i sociologi infantili americani, “out of reach”, non alla portata del bambino. Come posso chiedere a un bambino di 4 anni di non sporcare le mani, se per giocare gli propongo le tempere?

Altra variabile fondamentale è la motivazione: un bambino è un essere piccolo, è vero, ma senziente, pertanto molto spesso il “perchè sì” e il “perchè no” o il “perchè lo ha detto il papà” non è detto che siano motivazioni a suo giudizio accettabili.
Dare una motivazione chiara e comprensibile è senza dubbio il miglior modo per persuadere all’azione anche i più piccini, soprattutto spiegando con calma cosa potrebbe accadere qualora il bambino decidesse di non obbedire all’adulto e i benefici che otterrebbe nel farlo.

Un errore comune è legare il comportamento positivo con un regalo materiale: è senz’altro la via più facile ma anche la via che porta alla prepotenza e al capriccio e che poi da grande fa sì che si sviluppino comportamenti deviati e opportunistici.

Cosa fare se nonostante tutto il bambino disubbidisce?
Innanzi tutto ricordiamoci sempre che siamo di fronte a una personalità che si sta formando, che impara attraverso l’esperienza dei propri errori, di cui noi siamo i custodi.
Ricordiamoci sempre che i bambini hanno diritto alla propria infanzia e che saranno condannati a crescere senza via di fuga: sono bambini, lasciamo che lo siano fin che possono!

Detto questo il genitore che si arrabbia è quello che davanti alla propria pazienza e buona volontà si sente dire ancora NO.
Ma come… “Te l’ho spiegato con le buone prima di arrabbiarmi!” Eppure niente!
L’ideale non è urlare senza dubbio ma cercare di persuadere il bambino con fermezza, ponendosi fisicamente alla sua altezza, guardandolo negli occhi senza mortificarlo, rendendolo ragionevole e se necessario usare un castigo che sia però educativo.

Mettere in condizione il bambino di canalizzare la propria energia verso un progetto che si trasformi in un risultato. Possiamo reagire a un bambino che vuole assolutamente vedere la televisione, trovando un gioco fatto con noi e che sia creativo e tattile: il bambino avrà la nostra attenzione e per di più svilupperà abilità cinetiche e intellettive più proficue rispetto alla semplice visione della televisione.

 

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come farsi ubbidire dai bambini evitando di gridare
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come farsi ubbidire dai bambini evitando di gridare? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento