Come fare un tappeto?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:11:49 07-01-2011

L’effetto decorativo di un tappeto fatto in casa può essere davvero particolare, perché si riprendono i colori della cucina, della sala o della nostra camera da letto.
Il materiale da utilizzare può essere dei più vari, come quello di vecchi jeans, stoffe o tessuti che ci sono avanzati da altri lavori, oppure, come suggerisco, delle corde.
Propongo infatti un tappeto originale, che sia costituito di corde e cordoncini color sabbia, tipo la fune.
Procuriamoci delle vecchie corde di diverso spessore e lunghezza e un tessuto di cotone grezzo o juta non troppo sottile e che sia esattamente il doppio della grandezza desiderata per un tappeto. Volendo fare ad esempio un tappeto per il terrazzo, da poggiare a terra sotto un tavolino in vimini, la grandezza del tessuto sarà di circa tre metri per cinque se vorremo un tappeto rettangolare di un metro e mezzo per due metri e mezzo. Se invece preferiamo un tappeto quadrato, dovremo procurarci una stoffa di tre metri per tre, per realizzare un tappeto di un metro e mezzo per un metro e mezzo. Il tessuto di base deve essere piuttosto chiaro e doppio, su cui andremo ad appoggiare la nostra fune, divisa in vari elementi. Pieghiamo il tessuto a metà, calcolando gli spazi esterni che serviranno per un bordo da cucire a macchina e apprestiamoci a poggiarvi i vari elementi in fune.
Se abbiamo a disposizione delle corde di metratura diversa, o di diametro sottile, medio e doppio, non dovremo far altro che arrotolarle su sé stesse a formare delle spirali, più o meno estese, secondo il nostro gusto e la nostra fantasia.
La spirale va fissata su se stessa con l’ago e un filo di corda dello stesso colore, che vada a scomparsa. Completiamo in questo modo tutte le corde di cui disponiamo e le componiamo sulla metà del tessuto di base tenendole ferme con degli spilloni. Potremo realizzare a questo punto un disegno simmetrico o asimmetrico, purché compatto e che rispetti un bordo di almeno due centimetri lungo tutto il perimetro.
Sul dietro del lavoro, avremo un tessuto sul quale compariranno le cuciture in corrispondenza del centro delle singole spirali. Dobbiamo renderle ben ferme, considerando che saranno gli unici punti di appoggio dei nostri moduli in fune. Il tappeto è studiato appositamente per un tavolino. Se lo immaginiamo più grande, adatto ad essere calpestato al centro di una stanza, sarà bene cucire le spirali anche al loro esterno per evitare che vi si inciampi.
Infine, si passa l’intero perimetro con la macchina per cucire, o in alternativa, si può imbastire a mano con un punto tipo ricamo che vada a completare il nostro tappeto in bassorilievo.
Lo stesso effetto decorativo si può raggiungere anche con una lana melange di colori della tonalità del beige, del marrone o color mattone, sempre in linea con il tessuto sulla quale viene cucita. In questo caso, affinché possa raggiungere lo stesso spessore della fune, la lana dovrà essere lavorata ad uncinetto a punto catenella per tutta la sua estensione e tagliata al termine di ciascuna spirale. L’effetto sarà quello di un tappeto più morbido, più adatto agli interni.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come fare un tappeto?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento