Come fare per esporre le proprie creazioni nei mercatini?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:59:15 25-10-2011

Il mondo dei mercatini è un’interessante occasione, per artigiani e creativi di ogni sorta, per esporre e vendere le proprie creazioni. Esistono, però, una serie di indicazioni e di regole da rispettare per potervi partecipare attivamente con un proprio banchetto. Innanzitutto, il primo passo da compiere è quello di trovare il mercatino adatto nel quale le nostre creazioni potranno trovare la giusta collocazione: è inutile, infatti, voler a tutti costi esporre i proprio prodotti in fiere o mercati di genere diverso perché, in quelle occasioni, potremmo trovare solo appassionati di un determinato tipo di creazioni che, quindi, potrebbero non essere interessati alle nostre opere. Un’idea potrebbe essere quella di esporre i propri oggetti nei mercatini dell’usato, dove si trova veramente di tutto. Quindi bisogna informarsi su quelli organizzati nella propria zona o in zone più lontane, se è possibile allontanarsi, magari sfruttando le risorse messe a disposizione da Internet per trovare l’occasione adatta per esporre le nostre creazioni. Le regole più importanti da rispettare, comunque, sono quelle previste dalla legislazione italiana. In alcuni casi, ad esempio, è necessario avere una partita iva. Nonostante ogni regione e provincia abbia proprie regole, in generale nei mercatini dell’artigianato e dell’usato è vietato esporre i prezzi delle proprie creazioni perché almeno ufficialmente dovrebbe trattarsi di un’attività di semplice baratto, ovvero senza scambio di denaro. Imprescindibile, comunque, che gli oggetti artigianali siano realizzati a mano e siano di produzione propria. Per quanto riguarda i costi, avere un banchetto non sempre è gratis, anzi la situazione più frequente è che si paghi una quota giornaliera (dai 10 ai 50 euro) che spesso comprende anche la corrente elettrica per un’eventuale illuminazione serale. Tutto il resto (trasporti, espositori, pulizie, tavoli, sedie, stand appendiabiti) è a carico del venditore. Ovviamente per avere tutte le informazioni ed evitare di commettere errori o incorrere in spiacevoli inconvenienti, è importante rivolgersi alle autorità competenti locali, nel caso dei mercatini rionali (per i quali, ricordate, occorre sempre avere la partita iva e non è necessario che le creazioni siano di produzione artigianale), o agli organizzatori della manifestazione, nel caso di eventi legati al mondo dell’artigianato o dell’usato. In quest’ultimo caso è certo che gli organizzatori vi chiederanno di firmare un apposito documento nel quale dovrete attestare la paternità personale delle creazioni realizzate. Ricordate che, per partecipare a un mercatino rionale, occorre avere la licenza di ambulante, che si ottiene presso la Camera di Commercio. Invece, per esporre in un mercatino per hobbisti, dell’artigianato o dell’usato, è sufficiente iscriversi presso l’organizzazione che se ne occupa (che può essere il Comune, la Pro Loco o un’organizzazione di diverso tipo) e rispettare le regole riguardanti gli orari, le eventuali attrezzature obbligatorie, il pagamento della quota di iscrizione, l’allestimento dei banchetti, la sicurezza e così via.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come fare per esporre le proprie creazioni nei mercatini?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: bisogna trovare il mercatino adatto , interessante occasione, per artigiani e creativi di ogni sorta

Giudizio negativo Svantaggi: non è da tutti vendere in un mercatino

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: artigiani mercatini mercatino dell'usato

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come fare per esporre le proprie creazioni nei mercatini?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento