Come faccio per acquistare una casa all’asta?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 7:56:07 11-02-2011

Comprare una casa allasta permette di risparmiare sul prezzo d’acquisto ma presenta sicuramente altri svantaggi.

La ricerca di una casa all’asta avviene sui siti dedicati, come www.astegiudiziarie.it, www.astagiudiziaria.com oppure www.portaleaste.it; qui vengono raggruppate le istanze di vendita e si possono consultare gli immobili all’’asta e le informazioni riguardanti l’asta stessa, come indirizzo, data e luogo. Solo in alcuni casi vengono presentate fotografie e planimetrie: per questo motivo è importante leggere la perizia riguardante l’immobile, unico mezzo per conoscere le condizioni della casa. Nella perizia vengono specificate le condizioni degli impianti, l’esposizione della casa, la conseguente luminosità e non ultima la zona in cui l’immobile si trova. La perizia è di notevole importanza in quanto spesso l’immobile non è visitabile, nè dal futuro acquirente nè dal perito che segue l’istanza. In alcuni casi è presente il nome di un cosiddetto “custode”: questa è l’unica persona a cui si potranno chiedere informazioni su un’eventuale visita della casa.
Il primo svantaggio di una casa all’asta è proprio il non poter verificare personalmente le condizioni attuali dell’immobile. In aggiunta accade spesso che la perizia sull’immobile sia datata e che nel frattempo le condizioni dell’immobile siano peggiorate, senza avere però la possibilità di verificarne la situazione attuale. Un altro svantaggio, non verificabile fino al termine dell’atto di acquisto, è l’eventuale occupazione della casa da parte di inquilini: inquilini che, pur non avendone il diritto, occupano lo stesso nella casa e, nonostante le leggi, sono difficilmente allontanabili oppure inquilini che sono in affitto nella casa all’asta e che non possono essere allontanati se non alla scadenza del contratto. Questi casi sono però facilmente distinguibili nell’elenco in quanto la base d’asta è molto bassa.

Una volta scelta l’asta a cui si vuole partecipare è necessario compilare i moduli relativi alla burocrazia con tutti i dati necessari: la domanda si può preparare in carta semplice o sugli appositi moduli reperibili in internet, dichiarando le proprie generalità e gli estremi dell’asta a cui si è interessati, inviando il tutto, compreso di marca da bollo, al Giudice indicato. Insieme alle carte bisogna presentare anche due assegni che coprano, in totale, il 25% della base d’asta: in caso l’asta venga aggiudicata divengono base per il pagamento, in caso contrario verranno subito restituiti.

Il giorno dell’asta nel luogo stabilito prendono il via offerte e rialzi; il rialzo deve avvenire entro 3 minuti dall’ultima offerta altrimenti l’immobile viene assegnato.La chiusura dell’asta non è immediata: bisogna infatti attendere che nei dieci giorni successivi nessuno effettui un’offerta superiore del 20% per avere la certezza dell’immobile.

Una volta aggiudicatisi l’asta bisogna saldare entro 60 giorni l’importo totale, aggiungendo le varie spese burocratiche e si diventa effettivi proprietari dell’immobile dal momento in cui il giudice emette il decreto di trasferimento.

La rinuncia all’immobile in caso di sopravvenuti impegni è comunque sempre possibile: l’immobile verrà rimesso all’asta e la cauzione viene però incamerata.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come faccio per acquistare una casa all’asta?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento