Esistono pensioni per gatti?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:51:20 05-05-2011

Capita spesso che per motivi diversi si è costretti a stare alcuni giorni lontano da casa. I problemi cominciano quando non sappiamo a chi affidare il nostro amico micio per tutto il tempo in cui rimaniamo fuori casa. La cosa più ovvia è quello di lasciare il gatto presso un amico o un parente fidato che possa in questo modo prendersi cura del gatto in maniera sicura e affidabile, senza rischiare di trovare micio in condizioni disperate. Oppure si può chiedere al vicino di casa di dare un’ occhiata al gatto mentre siamo via, magari fargli due coccole due – tre volte al giorno, e provvedere a cambiare acqua e lettiera oltre che dargli da mangiare. Questo però è attuabile solo se il vostro vicino di casa è una persona seria e fidata e, soprattutto, amante degli animali, altrimenti è meglio lasciar perdere.
Esiste però la possibilità di poter lasciare il gatto in una pensione pensata proprio per ospitare i nostri amici pelosi quando non ci siamo. certo, non è una soluzione facile da trovare ovunque, ma molte città si sono attrezzate garantendo l’ espandesi del servizio. Per trovare quella più vicina a voi, basta fare una rapida ricerca on line, oppure chiedere alla associazioni di volontariato per animali della vostra zona e sicuramente riceverete delucidazioni in merito.
la scelta di portare il gatto in una pensione è però sempre un’ arma a doppio taglio in quanto non sempre si tratta di persone realmente amanti degli animali, ma solo finalizzate a realizzare un business sulla pelle dei nostri cuccioli. In più non si è mai sicuri di quello che può accadere in una pensione per gatti, se questi verranno curati e nutriti a sufficienza, se vengono tenuti insieme o meno con latri gatti o altri animali ospiti della pensione, senza contare eventuali malattie alla quali potrebbero incorrere se contagiati casualmente. Insomma un rischio potenziale c’è, ma la cosa ideale è di farsi consigliare anche da altre persone proprietarie di animali che portano il proprio micio in pensione.
E’ ancora da aggiungere che il gatto è un animale molto legato alle proprie abitudini e ai prorpi luoghi, e quindi uno spostamento del genere può creare malessere nel gatto che sia andrà ad associare inevitabilmente al malessere generato dal distacco temporaneo col padrone.
Se non siete sicuri e convinti della pensione, chiedete un po’ in giro e di sicuro troverete qualche cat sitter disposto a prendersi cura del vostro micio direttamente a casa vostra , ma attenzione anche qui a cercare una persone referenziata .
Personalmente quando devo andare via da casa per un po’ di tempo, affido il mio gatto ai miei genitori, mi sobbarco ogni volta un’ ora e passa di auto e la porto nel luogo decisamente più sicuro che conosca .
Ad ogni modo non tutte le pensioni sono da evitare , basta selezionare quelle giuste. In genere, per quanto riguarda il tariffario, sono richiesti dai 20 ai 50 euro al giorno , ma molto dipende dalla gestione della pensione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Esistono pensioni per gatti?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: non tutte le pensioni sono da evitare , selezionare quelle giuste e quelle sane

Giudizio negativo Svantaggi: non tutte sono serie ed affidabili

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: animali da compagnia animali domestici pensioni per gatti

Categoria: Animali da compagnia

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Esistono pensioni per gatti?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento