Dove fa meno male farsi un tatoo?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:25:53 04-05-2011

Fare un tatuaggio non è indolore. Dire una cosa diversa vorrebbe dire mentire e non dare la giusta idea di cosa si va incontro a chi volesse farlo per la prima volta. L’intensità con cui si avverte il dolore, però, è diversa da una persona all’altra visto che è diversa la soglia del dolore soggettiva e ciò che per qualcuno può essere dolorosissimo, per altri potrebbe essere un leggero fastidio. Non si può dire, dunque, in assoluto, quali siano le zone che facciano meno male per fare un tatuaggio visto che interviene la variabile soggettiva. Posso dire, però, che in linea di principio, le zone in cui il dolore si avverte meno sono quelle in cui si ha uno strato di grasso maggiore. L’adipe – questo è il termine tecnico giusto – in questo caso aiuta (e forse è l’unico caso in cui si potrebbe apprezzare il fatto di essere un po’ più cicciottelli di altri) visto che nei punti in cui la pelle è più vicina alle ossa e più sottile risulta più sensibile pertanto in quelle zone il dolore è maggiore.
Va anche detto che il dolore fa parte della filosofia del tatuaggio nel senso che è parte integrante del gesto che si intende compiere e che ognuno si predispone in modo diverso al tatuaggio visto che incide anche un eventuale atteggiamento ansioso, timoroso, nerovoso sulla soglia del dolore. Chi si avvicina per la prima volta al mondo dei tatuaggi qualora riuscisse ad essere più sereno, disteso e tranquillo riuscirebbe sicuramente a sopportare meglio il dolore.
Oltre alle zone in cui il tatuaggio risulta più doloroso – ad esempio caviglie e gomiti – c’è anche un altro fattore che può incidere ed è la dimensione del tatuaggio. Più a lungo si deve stare fermi per permettere al tatuatore di fare il suo lavoro più si tende a stancarsi e a sopportare meno il dolore. Anche se nei casi di tatuaggi più grandi si procede in diverse sedute, il fatto di dover stare fermi a lungo nella stessa posizione contribuisce ad abbassare la soglia del dolore per cui anche qualora si venisse tatuati nelle zone meno sensibili si potrebbe, alla lunga, avvertire il dolore in modo più intenso.
Chi decide di fare un tatuaggio deve, dunque, mettere in conto in partenza il fatto che si tratti di un’operazione comunque dolorosa (anche se in modo più o meno intenso). Se non dolorosa la si deve considerare comunque una operazione che provoca un certo fastidio per cui chi sceglie di procedere a farsi tatuare dovrebbe essere preparato.
A me l’idea di fare un tatuaggio non piace molto. Non ho esperienze personali in merito ma visto che ho accompagnato una mia amica a farlo posso dire di aver vissuto con lei le sensazioni provate durante il lavoro svolto dal tatuatore. Onestamente non so se consigliarlo. Propendo più per il no soprattutto perchè non amo particolarmente la pelle tatuata, non tanto per il dolore che, comunque, è pur sempre sopportabile e richiede un po’ di pazienza nel caso in cui si decida di tatuarsi nelle zone più sensibili.
A prescindere dal mio gradimento personale raccomando, se si decide di fare un tatuaggio, di rivolgersi a professionisti che lavorano nella massima igiene.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Dove fa meno male farsi un tatoo?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: rivolgersi a professionisti , andare in un posto molto igienico

Giudizio negativo Svantaggi: molte persone a volte possono essere allergiche

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: moda tatoo tatuaggio

Categoria: Bellezza e stile

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Dove fa meno male farsi un tatoo?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento