Come diventare un elettricista?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:44:52 26-12-2010

Quella dell’elettricista è una professione alquanto ricercata nel mondo del lavoro. I compiti principali di un elettricista riguardano l’installazione, la riparazione, la gestione e la manutenzione generale degli impianti elettrici, siano essi industriali o civili. Egli può lavorare in proprio oppure alle dipendenza di un privato o di un’azienda, nell’edilizia civile industriale o civile. Ecco, dunque, alcune informazioni per scoprire come diventare elettricisti. Un elettricista deve avere a disposizione tutti gli strumenti, teorici e pratici, di elettrotecnica generale. Si tratta di competenze che gli permettono di andare a lavorare su sistemi preesistenti, oppure di realizzarne di nuovi, sia per quanto riguarda l’impiantistica industriale che per quella civile. Inoltre l’elettricista deve avere la capacità di leggere e tradurre gli schemi elettrici. Ancora, deve sapere adottare le giuste scelte dei cavi, sulla base del tipo dell’impianto sul quale si lavora. Altre competenze richieste: montare congegni di manovra e protezione, sapere intervenire su di essi. In pratica, il lavoro dell’elettricista consiste nell’installare e mettere a posto impianti elettrici e di illuminazione, installare elettrodomestici e impianti di illuminazione. Come detto, si può fare l’elettricista sia essendo titolari di un’impresa elettrice, sia come dipendenti. L’attività dell’elettricista può svolgersi in case private, aziende, fabbriche, uffici e negozi, o anche all’aperto. Per poter diventare elettricista il soggetto deve disporre di un diploma di scuola superiore, ovviamente a indirizzo tecnico, oppure deve avere frequentato un apposito corso di formazione per elettricista. Egli, infatti, deve conoscere tutti gli strumenti indispensabili di elettrotecnica generale, e deve essere in grado di interpretare i disegni di ogni schema elettrico. Inoltre, deve essere a conoscenza della normativa sulla sicurezza elettrica, che fa riferimento alla legge numero 46 del 1990. Ancora, deve apprendere tutte le nozioni di elettrotecnica generale, in modo di essere in grado di realizzare una rete elettrica montando congegni di protezione e di manovra, ma allo stesso tempo di scegliere in maniera accurata tutti i materiali utili per l’assemblaggio. Sono numerosi i corsi per diventare elettricisti in tutta Italia. A Roma, per citare giusto qualche esempio, è presente l’Istituto Alessandro Volta, che offre corsi di studi in elettrotecnica e propone una preparazione che corrisponda ai profili attualmente ricercati sul mercato del lavoro, complice la sempre maggiore diffusione dei computer e di Internet. Non solo, tale istituto consente anche di accedere all’università con una preparazione speciale per le facoltà di ingegneria. Da non sottovalutare, poi, i corsi di formazione messi in atto da ogni Regione o Provincia, il cui costo varia a seconda del reddito dichiarato, dove si può avere a disposizione l’intera offerta formativa che offrono i Centri di Formazione Professionale. Ricordiamo che la giusta scuola non è solo quella che fornisce le nozioni teoriche in maniera migliore, ma anche quella che inserisce lo studente nel mondo del lavoro con successo, rapidità e soddisfazione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come diventare un elettricista?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento