Come dipingere murales ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:31:04 28-12-2010

I murales sono pitture ormai abbondantemente diffuse anche in Italia e, se un tempo erano soprattutto manifestazione di protesta e propaganda, oggi sempre più sono espressione di stati d’animo, di sensazioni riversate sui muri.

Volendo decorare un muro con un murale, l’artista si serve del suo estro creativo e, partendo da un’idea base, dà vita alle sue fantasie che si estrinsecano in colori e forme.
Chi artista non è, o comunque non lo è al punto di poter intraprendere senza titubanza una tale realizzazione, deve seguire dei passaggi che lo aiutino.

> > > Realizzazione passo passo: < < <

1 – Per realizzare un murale, manco a dirlo, è indispensabile avere un muro. Una volta individuato, è bene saggiare se tale supporto si presta per ciò che si intende realizzare e quindi passare una mano sull’intonaco che non deve sfarinarsi o sbriciolarsi staccandosi. Sarebbe una fine ingloriosa e immediata, altro che 4-5 ani di vita, quanto si stima sia la vita media di un murale all’esterno, prima che cominci a scolorirsi e a perdere.
L’intonaco può anche essere ruvido e poco omogeneo, ma questo non è un problema e speso contribuisce a far risaltare di più i colori e a creare impensabili zone di luce e ombra.

2 – Individuato il muro, si passa a progettare il disegno, riflettendo sulla struttura della parete: se vi sono finestre, tubi di scolo delle acque, buchi… Tali particolarità vanno inserite nel contesto che si vuol dipingere e così la finestra potrà diventare la “vera” finestra di un’abitazione del disegno, il tubo di scolo il “vero” tubo della rappresentazione di un’industria, un buco la “vera” rappresentazione di un occhio e così via.

3 – Immaginato il disegno e realizzato prima su un foglio, la sua trasposizione sul muro può avvenire per proiezione (si può usare un episcopio) e in questo caso si tracceranno i contorni da colorare all’interno successivamente.
In mancanza dello strumento per proiettare il disegno sul muro, un altro modo “manuale” di riportare i contorni del disegno sul muro è quello di procedere a “quadrettarlo” (operazione semplice che tutti imparano a scuola) riportando poi i singoli “quadretti” sul muro.

4 – Controllato il disegno riportato, si passa a colorarlo.
L’artista procede con bombolette spray di vari colori, chi si cimenta per la prima volta è bene limiti l’utilizzo dello spray ai colori chiari, come il bianco, o scuri (marrone, blu…), per il resto invece il suggerimento per procedere è quello di utilizzare colori acrilici, pittura lavabile o superlavabile, in modo che sia resistente alle intemperie e soprattutto all’acqua che finirebbe col far dilavare i colori.
Se il muro da dipingere si trova in zona coperta, al riparo da intemperie e acqua, si possono utilizzare tranquillamente anche i colori a tempera, con pennelli preferibilmente larghi e piatti, che aiutino a coprire le superfici.

5 – A conclusione dell’inserimento dei colori nel disegno, bisogna passare e controllare i bordi, eliminando le sbavature verificatesi durante il lavoro, inevitabili, visto che si tratta di una superficie verticale.

Prezzo: I costi delle pitture in relazione alla superficie.

Svantaggi: Non ve ne sono.

Vantaggi: Realizzazioni originali e appaganti.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come dipingere murales ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento