Curriculum in formato europeo: come compilarlo correttamente senza incorrere errori e omissioni

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:52:46 12-06-2014

Il curriculum in formato europeo è il modello standard che la Commissione Europea ha ritenuto opportuno introdurre nel 2002, al fine di favorire una valutazione uniforme delle esperienze lavorative di ogni cittadino europeo, indipendentemente dal Paese di appartenenza.

Questo strumento è stato creato, pertanto, per rendere più semplice la mobilità dei vari cittadini all’interno dei Paesi europei e consentire, al loro interno, un maggiore scambio delle conoscenze professionali. Per compilare, nel 2014, un curriculum in formato europeo è possibile scaricare il modello base online, disponibile in diversi siti. Prima di iniziare a scrivere il curriculum è importante, innanzitutto, considerare che lo stesso è suddiviso in 6 sezioni, che dovrebbero essere lasciate sempre immutate e nell’ordine in cui sono presentate.

Le sezioni contengono, rispettivamente, le informazioni personali, l’esperienza lavorativa, l’istruzione e formazione della persona, le capacità e le competenze personali, eventuali ulteriori informazioni e gli allegati. Nel dettaglio le sezioni devono contenere:

1) Informazioni personali: in questa sezione vengono indicate le proprie generalità, compreso il numero di telefono, il fax e l’email; queste ultime informazioni servono per facilitare eventuali successivi contatti. Porre particolare attenzione ad aggiungere prefissi internazionali e codici postali completi nel caso il curriculum in formato europeo sia destinato ad un altro Paese.

2) Esperienza lavorativa: le esperienze dovranno essere indicate partendo dalla più recente, fino alla più remota. Inserire anche informazioni in merito ad eventuali stage o tirocini frequentati.

3) Istruzione e formazione: anche in questo caso bisognerà partire dagli studi più recenti fino a quelli iniziali. Oltre al normale percorso scolastico potranno essere inserite informazioni relative a corsi, seminari o workshop, purché documentabili; questi ultimi, comunque, dovranno avere una certa valenza per il posto di lavoro per il quale ci si candida, in caso contrario è inutile inserirli.

4) Capacità e competenze personali: questa sezione del curriculum europeo può essere a sua volta suddivisa in diverse sottosezioni (relative alle lingue parlate, alle capacità relazionali, tecniche e organizzative). In questo caso, rispetto a quanto indicato nelle due sezioni precedenti verranno, pertanto, inserite le esperienze che non possono essere documentate.

5) Ulteriori informazioni: in questa sezione, lasciata il più delle volte in bianco, possono essere inserite le informazioni in merito ad inserimenti in albi, pubblicazioni ed eventuali referenze.

6) Allegati: qui verrà inserita la lista dei documenti comprovanti quanto indicato nelle sezioni 2 e 3, ossia diplomi, certificati, attestati, patenti e altre pubblicazioni.

Se le sezioni sono immutabili, per la compilazione possono essere forniti dei consigli, per evitare di compiere degli errori che potrebbero risultare decisivi al momento della valutazione da parte di chi è deputato a leggere il curriculum in formato europeo.
Il consiglio fondamentale è quello di evitare di scrivere frasi troppo lunghe, ricche di punteggiatura; è preferibile spezzare argomentazioni complesse in più frasi, per rendere facile e scorrevole la lettura stessa.

Una volta terminato di compilare il curriculum rileggerlo più volte per correggere sia errori ortografici che errori di forma e di impaginazione; l’aspetto grafico, per ottenere un curriculum europeo doc assume, infatti, una grande importanza.
Non inviare lo stesso modello per diversi destinatari, meglio adattarlo valorizzando, di volta in volta, le competenze o le esperienze che potrebbero risultare utili per un determinato posto di lavoro. Sempre per questo motivo evitare di indicare competenze assolutamente inutili per la posizione ricercata.
Queste variazioni, comunque, non dovranno portare ad una modifica della struttura del modello.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Curriculum in formato europeo: come compilarlo correttamente senza incorrere errori e omissioni
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Curriculum in formato europeo: come compilarlo correttamente senza incorrere errori e omissioni? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento