Come curare l’afta?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:47:27 25-11-2011

L’afta è una lesione molto dolorosa che colpisce le mucose della bocca, può comparire nella parte interna della labbra e delle guance, sulla lingua, sul palato e sulle gengive, a volte anche nella gola. Queste piccole bollicine bianche rendono difficoltoso anche parlare e mangiare, specialmente quando la zona colpita è la lingua. E’ importante ricordare che le afte non sono contagiose, a meno che non siano causate da agenti infettivi. Non è individuata la causa certa, ma soltanto una serie di motivi scatenanti che favoriscono la formazione di queste lesioni. Tra questi si segnala l’abuso di alcuni alimenti quale cioccolato, caffè, aceto, agrumi, peperoncino e spezie varie; una scarsa igiene orale con un uso scorretto dello spazzolino da denti; l’assunzione di alcuni farmaci; la carenza di ferro e di determinate vitamine; disturbi gastro-intestinali, batteri e virus. Spesso i sintomi scompaiono spontaneamente nel giro di qualche giorno, senza quindi ricorrere ad alcun trattamento. E’ possibile comunque alleviare il fastidioso bruciore procurato dalle afte ricorrendo a semplici mezzi: sciacqui con bicarbonato o applicazioni locali di bustine di tè nero, uso di pomate a base di lidocaina che ha un’azione anestetica e spray cortisonici.
Molte piante medicinali danno buoni risultati nel trattamento delle afte:
tisane o gargarismi a base di estratti di malva e salvia, sciacqui di calendula e propoli noti per le loro proprietà lenitive, ma anche i vari preparati a base di aloe vera, tutti facilmente recuperabili in erboristeria. I collutori a base di erbe officinali vanno applicati direttamente sulle afte con un semplice cotton-fioc imbevuto di soluzione. Si consigliano anche frequenti risciacqui della bocca con un decotto di basilico, ottenuto facendo bollire 100 gr di foglie secche in un litro d’acqua per 15 minuti. Ottimo anche l’infuso di succo di limone diluito con acqua e dolcificato con del miele.
Grande riconoscimento è stato dato all’olio essenziale di Tea-Tree, ottenuto dalla distillazione dalle foglie dell’albero della Melaleuca alternifolia, una pianta proveniente dall’Australia. Per le sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, è molto indicato per trattare le ulcere del cavo orale tra cui le afte. Per le infezioni della bocca o della gola, quindi, si consiglia di sciogliere poche gocce di questo estratto in un bicchiere d’acqua ed eseguire, con la soluzione ottenuta, sciacqui frequenti.
E’ possibile prevenire la comparsa dell’afta, basta seguire alcune regole, spesso dettate dal buon senso:
- una corretta igiene orale, che prevede l’uso di un buon dentifricio (consigliato magari dal medico) e uno spazzolino di qualità con setole morbide;
- una buona abitudine è usare quotidianamente di collutori disinfettanti;
-.evitare di portare alla bocca mani od oggetti sporchi;
- non mangiare cibi troppo caldi;
- non fumare;
- nei limiti del possibile, evitare situazioni di stress.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come curare l’afta?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: le afte non sono contagiose , molte piante medicinali danno buoni risultati nel trattamento delle afte

Giudizio negativo Svantaggi: dolorosa

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: cura afte igiene orale lesione bocca trattamento afta

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come curare l’afta?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento