Cosa fu il Piano Marshall?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:59:51 23-05-2013

Il “Piano Marshall” fu una manovra finanziaria attuata dagli Stati Uniti dopo la fine della seconda guerra mondiale per aiutare l’economia europea a ripartire; il nome deriva da George Marshall, a quel tempo Segretario di Stato che ebbe l’idea di questa immensa operazione su vasta scala.

Dopo la fine della guerra lo scenario che si prospettava nel vecchio continente non era dei più felici, e quasi nessuno stato ne era uscito indenne. L’idea di Marshall, cioè di aiutare questi Paesi a risollevarsi, fu attuata anche col fine di allacciare rapporti più stretti con con quegli Stati, che sarebbero sempre stati riconoscenti dell’aiuto prestato loro, guadagnandosi cosi dei preziosi alleati per il futuro.
Il progetto cominciò il 5 Giugno del 1947, quando il segretario di stato tenne un discorso all’Università di Harvard per salutare i neolaureati, affermando, senza tuttavia entrare in dettagli specifici, che bisognasse attuare un piano di aiuti.
In seguito ci fu un incontro a Parigi tra il ministro degli Esteri britannico, francese e sovietico, che portò ad un allontanamento da parte dei Russi, accusando gli Anglo-Francesi di voler spezzare in due l’europa. Ciò portò i Russi, e tutti i paesi a loro annessi, a rifiutare gli aiuti degli americani.

Il 12 Luglio, sempre a Parigi, si tenne una conferenza con tutti i paesi europei -esclusi URSS e Spagna- per preparare un n piano generale. Ogni Stato avrebbe avanzato le proprie proposte, e infine si sarebbe presa una linea generale.
La conferenza durò fino a Settembre e fu molto difficile accordarsi, poiché, come i Russi avevano previsto, ogni Stato presentava  esigenze e pretese differenti dagli altri; la Francia chiese addirittura che la Germania fosse esclusa da tale progetto, cosa che infine non avvenne. Alla fine delle trattative, gli Stati Uniti sborsarono 22 miliardi di dollari sotto forma di aiuti e prestiti dopo che al Governo fu presentato un unico programma di richieste.
Il 3 Aprile del ’48 fu firmato dal presidente Truman il decreto che istituiva l’ECA (Economic Cooperation Administration) ed il 5 aprile dello stesso anno entrò ufficialmente in vigore.

Il programma di aiuti terminò nel 1951 con grande successo. Molti sostengono che l’Europa sarebbe stata in grado di riprendersi anche senza gli aiuti, e soprattutto gli esperti dell’epoca dichiararono che il piano fece più danni che aiuti, facendo notare come quella manovra non fece altro che rendere le economie europee più simili a quelle statunitensi, e quindi al sistema capitalista; tuttavia quegli aiuti furono più che preziosi per gli Stati devastati dalla guerra, rendendo più che meritata la vincità del premio Nobel per la pace per l’ideatore di questo progetto, ovvero George Marshall, nel 1953.

Cosa fu il Piano Marshall?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il Piano Marshall prende il nome dall'allora Segretario di Stato americano, George Marshall. , Consisteva in un programma di aiuti all'economia europea. da parte degli Stati Uniti

Giudizio negativo Svantaggi: Il 3 Aprile del '48 fu firmato dal presidente Truman il decreto che istituiva l'ECA (Economic Cooperation Administration) ed il 5 aprile dello stesso anno entrò ufficialmente in vigore.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: Piano Marshall

Categoria: Storia e personaggi famosi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa fu il Piano Marshall?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento