Cosa sono i puttanini tipici dell’Emilia Romagna?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:32:37 26-05-2011

I puttanini rappresentano dei pesci o meglio avannotti di pesce prevalentemente azzurro. Prendono questo nome nel dialetto emiliano, in quanto il termine putetin significa “pesci-bambini”. Era un tempo, un piatto della cultura contadina che veniva cucinato di solito per la cena dalla vigilia di Natale.Questi pesci hanno nomi diversi a seconda della regione italiana e dai dialetti. Sono comunque tutti rappresentati da pesci neonati, prevalentemente pesce azzurro, ma anche da cefali e comunque da pesci che vivono in branco sia in acqua dolce che salata. Un prodotto simile e sicuramente meglio conosciuto è rappresentato dai bianchetti o “gianchetti”. L’aspetto a crudo di questi pesci non è sicuramente piacevole alla vista, in quanto si presentano come una massa gelatinosa, di colore grigiastro e semi trasparente. Hanno una lunghezza di circa due millimetri e si trovano in commercio sia freschi che surgelati o conservati in vasi per essere utilizzati come antipasto. Una volta cotti diventano completamente bianchi,da questa caratteristica deriva il loro nome. Hanno il vantaggio di essere molto profumati e soprattutto facili da pulire in quanto richiedono solo un lavaggio sotto acqua corrente molto fredda, al fine di eliminare i residui di sabbia. Un altro importante vantaggio di questo prodotto è dato dai loro elevati valori nutrizionali, posseggono sali minerali quali il sodio, il potassio, il calcio, il fosforo oltre alla vitamina A e l’omega 3. Un vantaggio importante è quello che cento grammi di questi pesci apportano solo cento calorie, pertanto sono adatti a coloro che sono a dieta. Possono essere gustati mangiandoli bolliti e quindi conditi con olio extra vergine d’oliva e limone, oppure si possono gustare fitti, come frittelle o in frittatine.Uno svantaggio di questi pesci è che essendo tutelati da rigide regole per la pesca, al fine di tutelarli, non si trovano sempre sul mercato. Lo svantaggio peggiore è sicuramente il prezzo che è particolarmente elevato, infatti si aggira intorno ai venti euro al chilogrammo, ma possono anche raggiungere facilmente i venticinque euro al chilo in certi periodi dell’anno. Proprio per questo, per poterli mangiare quando si vuole, si possono acquistare sotto forma di vasetti, in questo caso il costo si aggira tra i sei euro e cinquanta e i nove euro per un vasetto da 200 grammi. Anche se il costo è elevato, non richiedono però una grande quantità per preparare una ricetta, per cui si possono sicuramente anche se raramente, utilizzare. Teniamo presente che se si acquistano freschi sarebbe meglio consumarli in giornata o al massimo nel giro di due giorni per evitare che perdano il loro profumo e i loro valori nutrizionali. Non è facile trovare questi pesci nei menu dei ristoranti, se non in alcune regioni italiani,prevalentemente marine.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cosa sono i puttanini tipici dell’Emilia Romagna?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: non richiedono una grande quantità per preparare una ricetta , cento grammi di questi pesci apportano solo cento calorie

Giudizio negativo Svantaggi: non è facile trovare questi pesci

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: mangiare piatti emiliani puttanini

Categoria: Mangiare e bere

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa sono i puttanini tipici dell’Emilia Romagna?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento