Cosa preparare per il pranzo di Pasqua?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:34:25 23-03-2011

Un’idea originale per il pranzo di Pasqua consiste nel servire portate della tradizione pasquale di diverse regioni italiane, per esplorare altre tradizioni culinarie, lasciando da parte per una volta il classico agnello. Come antipasto una portata tipica della tradizione lombarda: il salame di Filzetta, un salame a grana grossa fatto con la parte magra del maiale. Possiamo accompagnarlo con una ricetta tipica marchigiana, la crescia, una focaccia preparata semplicemente con la pasta del pane e poi cotta alla brace o alla griglia oppure preparata con farina, acqua, strutto, sale e pepe. La prima ricetta che verrà servita come primo piatto è la Torta Pasqualina, piatto tipico ligure: una torta salata di bietole, uova e formaggio che la tradizione vuole composta da 33 sfoglie, tante quante gli anni di Cristo; col tempo, vista la complessità della preparazione, le sfoglie sono state ridotte a 4 o 6. Per preparare il ripieno, sbollentiamo, strizziamo e tritiamo le bietole, facendole poi insaporire in una padella dove avremo precedentemente imbiondito la cipolla. Dopo qualche minuto, in una ciotola, uniamole a 2 uova e 50 grammi di formaggio grattugiato, con maggiorana, sale e pepe; in un’altra terrina mescoliamo 500 grammi di ricotta, 3 uova, la noce moscata, 30 grammi di formaggio grattugiato e il sale e sbattiamo il tutto con una frusta fino a formare un composto cremoso. Ora disponiamo le prime due sfoglie nella teglia, versiamo il composto di bietole, livelliamole e su di esse versiamo la ricotta; con il dorso di un cucchiaio pratichiamo 7 conche in cui inseriremo 7 tuorli d’uovo: gli albumi li spennelleremo sopra ad un altro strato di ricotta steso successivamente sopra i tuorli. Ora ricopriamo il tutto con gli altri due strati di sfoglia e inforniamo 180 gradi per 45 minuti: da servire tiepida. Come seconda portata, un piatto della tradizione veneta: “vovi e sparasi” cioè “uova e asparagi”, un piatto facile, veloce ma gustoso. Per questa ricetta utilizziamo gli asparagi di Bassano, una varietà di asparagi bianca: la tradizione vuole che a causa di una forte grandinata, una coltivazione di asparagi venne interamente distrutta e i contadini si dovettero accontentare della parte rimasta sotto terra e quindi non esposta al sole, che era rimasta bianca. Per preparare questo piatto laviamo gli asparagi e togliamo la parte legnosa del gambo, leghiamoli a mazzetti con dello spago e immergiamoli in acqua bollente con le punte rivolte verso l’altro in modo tale che rimangano fuori dall’acqua e si cuociano con il vapore. Dopo 12 minuti possiamo toglierli dall’acqua ed avvolgerli in un canovaccio. Nel frattempo cuociamo le uova per 8 minuti: la tradizione veneta vuole che ogni commensale si prepari le proprie uova, aprendole e pestandole fino a creare una crema omogenea da condire con sale, pepe e olio e distribuire sugli asparagi. Per concludere torniamo alla tradizione pasquale che unisce tutta Italia con colomba e uova di Pasqua.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cosa preparare per il pranzo di Pasqua?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il pranzo di Pasqua varia da regione a regione, da zona a zona , L'articolo ci consiglia qualche ricette buona ed economica

Giudizio negativo Svantaggi: Non ci sono svantaggi

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: cucina mangiare pasqua

Categoria: Mangiare e bere

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa preparare per il pranzo di Pasqua?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento