Cosa ne pensi di Severgnini?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 19:15:22 25-01-2011

Prima di tutto le presentazioni:
Beppe Severgnini è nato il 26 dicembre 1956 in quel di Crema.
E’ una persona poliedrica amante della lingua italiana con la quale allieta le nostre orecchie e la nostra mente in diverse occasioni.
E’ principalmente un giornalista che collabora con diverse testate editoriali famose.
Ma è anche uno scrittore che ha all’attivo una ventina di libri scritti in lingua italiana e tre in lingua inglese.
Insegna presso una scuola di giornalismo ed è un autore e conduttore di numerose tramissioni televisive e radiofoniche.
Personalmente, ho sempre diffidato dei giornalisti, ritenendoli degli avvoltoi pronti a piombare sulle vittime della vita, in barba ai diritti primari che, con la scusa della libertà di stampa, calpestano il rispetto per il dolore delle persone.
Severgnini non ha mai approfittato del male altrui per irrompere nella vita privata delle persone che stavano soffrendo.
A fronte di ogni impegno, esamina la notizia, la sfronda, la spolpa sino all’osso e dopo averla verificata, regala in modo elegante e mai volgare i fatti.
Recentemente ho letto il suo libro “Italiano, lezioni semiserie” e anche nel campo della letteratura è riuscito a stupirmi.
Cercare di spiegare a qualcuno come e perchè sbaglia è molto difficile e delicato.
Severgnini riesce in modo ironico e garbato a illustrarci con immagini fatte di parole, quali sono gli errori più comuni e ci regala dei preziosi consigli.
Spero di riuscire a metterne in pratica qualcuno, intanto, da quando mio figlio ha letto il libro, non spedisce più le email se prima nen le ha rilette almeno un paio di volte.
Ogni mattina, mentre mi reco al lavoro in automobile, ascolto una trasmissione nella quale alle 8.30 viene inserito un piccolo cammeo di 10 minuti, nel quale Severgnini parla di un tema specifico.
Beh, se arrivo in anticipo al lavoro, parcheggio e rimango ad ascoltarlo sino al termine.
I suoi interventi non sono mai banali e tendono ad esaminare una situazione, un evento o semplicemente una frase e discuterne con i conduttori di turno.
Tende ad evitare di cadere nella trappola del tifo per Tizio o per Caio e cerca di avere una visione di insieme e di dare una sua opinione sul fatto.
Insomma, spiega e insegna, ma tutto con la modestia che lo contraddistingue, il rispetto verso il prossimo e una buona dose di carisma.
Gira il mondo, in Inghilterra è di fatto una star, ma non si direbbe, perchè mantiene i piedi ben saldi per terra.
Sono sicuro che anche lui avrà i suoi buoni difetti, ma su alcuni, è il primo che ci ironizza sopra e li amplifica, usandoli come esempio di errori da non fare.

In breve:
E’ un giornalista che non specula sulle vittime.
E’ uno scrittore non banale.
E’ un insegnante spiritoso.
E’ un autore e conduttore di trasmissioni mai tipo spazzatura.
E’ un italiano che non ci fa sfigurare quando si reca all’estero.

Solo una domanda ?
Esiste, o è solo il parto della mente di un comune mortale che vorrebbe avere dei riferimenti seri e non solo legati all’audience ?

A voi la risposta.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa ne pensi di Severgnini?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento