Cosa fare se si rompe il tv Panasonic ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:22:42 04-02-2011

Il televisore Panasonic, al pari di ogni altro bene di tale specie, è assistito dalla garanzia legale che il produttore offre al momento dell’acquisto.
Pertanto, in ipotesi di guasto o di cattivo funzionamento dovuto ad un difetto intrinseco del prodotto, qualora l’acquirente sia un consumatore, dovrà denunciare i vizi entro sei mesi dalla scoperta e dovrà proporre l’azione giudiziale entro due anni dalla consegna, secondo le norme del Codice di Consumo. In tal caso, sussistendo una presunzione di difetto originario del bene acquistato, il consumatore potrà ottenere la sostituzione del prodotto, ovvero la riparazione dello stesso a spese del venditore, salvo il risarcimento del danno, qualora dimostri il pregiudizio sofferto per la privazione del bene acquistato durante il tempo occorrente per la riparazione.
Qualora, invece, l’acquirente rivesta la qualità di imprenditore, non è applicabile nei suoi confronti la disciplina del Codice di Consumo ed, in tale ipotesi, dovrà denunciare i vizi entro otto giorni dalla scoperta e proporre l’azione giudiziale entro un anno dalla consegna, secondo le regole dettate dal contratto di vendita.
In ogni caso, è fatta salva la facoltà per l’acquirente di ottenere la risoluzione contrattuale ed il risarcimento del danno, qualora il bene acquistato non abbia le qualità promesse ovvero presenti difetti originari che lo rendono inidoneo all’uso per cui è destinato.
La garanzia legale, però, non opera in caso di guasti causati da colpa o dolo dell’acquirente, sicché, in tale ipotesi, quest’ultimo dovrà provvedere all’eventuale riparazione a proprie cure e spese.
Tuttavia, sui televisori Panasonic, è possibile effettuare l’estensione di garanzia, che consente di proteggere l’acquisto più a lungo grazie ad una polizza assicurativa che garantisce, nel tempo, tutti i servizi di manutenzione e post- vendita del prodotto.
L’acquisto della garanzia, di solito, è meno costoso di una riparazione fuori garanzia ed opera in caso di guasti, malfunzionamento ed anche rottura del televisore.
L’estensione darà diritto alla riparazione per altri 36 mesi dalla data di scadenza della garanzia legale offerta dal produttore ed è possibile attivarla entro 12 mesi dall’acquisto del bene, avendo una durata massima di 60 mesi decorrente dalla data di acquisto.
In tal modo, il consumatore si garantisce una copertura per i costi di riparazione ed il televisore sarà riparato gratuitamente, non essendo prevista alcuna franchigia a carico del cliente, né alcuna anticipazione di danaro.
Sono esclusi dall’estensione di garanzia solo i danni ed i guasti causati con colpa o dolo dal cliente assicurato, peraltro, già esclusi dalla garanzia originaria del produttore.
Il costo per la sua attivazione è conveniente, in quanto, su un massimale di copertura di € 100,00, è pari ad € 34,90, sicché non sembrano sussistere svantaggi nell’assunzione di tale forma di garanzia all’atto di acquisto di un televisore Panasonic che, sotto tale aspetto, offre una tutela maggiore al consumatore rispetto ad altro prodotto simile.

Cosa fare se si rompe il tv Panasonic ?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: se è in garanzia basta riportarlo in negozio , chiamare un tecnico per le riparazioni

Giudizio negativo Svantaggi: nessuno

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: panasonic tecnico tv

Categoria: Elettronica di consumo

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa fare se si rompe il tv Panasonic ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento