Cosa fare quando il bambino non vuole andare a scuola ?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 22:01:13 12-12-2010

Una delle esperienze più importanti nella vita di un bambino è sicuramente rappresentata dalla scuola, quell’ambiente così estraneo dal nucleo familiare che spesso manda in crisi il bambino. Ci chiediamo ora, cosa fare quando il bambino non vuole andare a scuola? Innanzitutto dobbiamo analizzare le varie fasce di età e cercare di comprendere le ragioni che spingono il bambino al rifiuto della scuola. Quando il bambino è molto piccolo ci troviamo di fronte a dei momenti traumatici, sia per il bimbo, che considera l’ambiente scolastico come un distacco forzato dalla propria madre,ma anche per la madre stessa che si trova spesso in condizioni di sofferenza e di dubbio e non sa se tenere il proprio figlio in casa. Stiamo parlando dell’asilo, che è da sempre l’esperienza primaria, o meglio il distacco primario nella vita di ogni bambino. In questi casi si tratterebbe di una situazione momentanea, quindi il bambino va educato e abituato al nuovo ambiente, che non è un luogo creato per farlo soffrire, ma un posto in cui può giocare e condividere le prime avventure con altri bambini. Diverso è invece il caso dei bambini più grandi. Infatti, se il bambino dell’asilo manifesta il rifiuto verso la scuola con pianti e finge disturbi fisici, nel bambino più grande il riufiuto verso la scuola, nel tempo si può manifestare con disturbi psicosomatici. Avendo un bambino piccolo in casa consiglio di ascoltare il bambino, e cercare di comprendere le ragioni di tale rifiuto. Sono da evitare le sospensioni delle giornate scolastiche poichè creerebbero ulteriore inerzia nel bambino facendolo sentire sempre più legato al nido familiare. Se dopo l’incoraggiamento dato al mattino prima di lasciare casa il bambino tende a rifiutare di nuovo la scuola allora sarebbe il caso di andare fino in fondo. Per prima cosa chiedere al bambino se ci sono dei motivi veri per questo rifiuto, oppure se ci sono fatti che, per timore di un rimprovero, ancora non ha confidato ai propri genitori. In secondo luogo si dovrebbe cercare, ove il problema sussista, di parlare con i maestri per capire i comportamenti del bambino quando è lontano dal nucleo familiare e soprattutto informarsi se tra le cause che spingono il bambino al rifiuto della scuola ci sono motivazioni che riguardano i rapporti tra bambino-insegnante e/o tra bambino-alunni. In questi casi si dovrebbe cercare di capire la gravità e le motivazioni del disagio, ma soprattutto, è sconsigliato schierarsi sempre dalla parte del proprio bambino, legittimandolo così dai propri errori qualora li avesse commessi. inoltre è consigliabile anche tenere d’occhio i reali disturbi fisici del bambino, come mal di testa o mal di pancia,perchè appunto essendo disturbi psicosomatici, sono la effettiva manifestazione di un disturbo psicologico. Un ultimo consiglio è quello di coccolare il bambino la sera, magari leggendo un libro prima di dormire oppure al mattino prima di andare a scuola. Avremo così il vantaggio di far sentire meno la mancanza della mamma nelle ore in cui sarà lontano da casa.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa fare quando il bambino non vuole andare a scuola ?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento