Cosa fare a febbraio nell’orto?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:08:19 26-01-2011

Il mese di Febbraio è un buon periodo per avviare tutta una serie di attività in preparazione della primavera, periodo che richiederà tutto il nostro impegno per mantenere efficiente e produttivo il nostro orto. Potremmo iniziare, ad esempio, il riordino e la manutenzione di attrezzi e materiali. Senza dimenticare di controllare anche i prodotti conservati in magazzino (come le patate e l’ aglio) scartando i prodotti guasti e preservando quelli sani.

Per quanto riguarda i lavori da fare nel nostro orto a Febbraio possiamo:

- procedere alla vangatura del terreno, per portare in superficie i parassiti che moriranno dal freddo;
- asportare i residui delle precedenti vegetazioni;
- piantare (se non fa eccessivamente freddo) o trapiantare alberi da frutto con fioritura primaverile. Le nuove piante da frutto vanno piantate solamente se la fase di gelate mattutine sia passata, a seconda della latitudine ciò avviene nella seconda quindicina del mese.
- avviare trattamenti anti-parassitari preventivi sulle piante da frutto.

Si può, inoltre, eseguire la concimazione di fondo del terreno con compost o altro concime organico. In caso di utilizzo di concime organico questo deve essere ben maturo (letame o letame sfarinato). In previsione della primavera è preferibile usare concimi a lenta cessione e ricchi di azoto.

A Febbraio possiamo procedere, inoltre, alla semina di ortaggi che daranno il loro frutto nella tarda primavera o in piena estate. A seconda della zona climatica dove si trova il nostro orto potremmo, allora, decidere di seminare direttamente all’aperto, al coperto o in un semenzaio riscaldato.

Per quanto riguarda la semina diretta all’aperto, a dimora, potremmo seminare: fave, piselli, barbabietole e spinaci. A questi possiamo aggiungere la semina delle carote nel caso l’orto si trovi nel centro – sud Italia (dalla zona tirrenica in giù, per intenderci).
E’ sempre una buona idea coprire i semi piantati all’aperto con un telo in pvc, per almeno quattro o cinque giorni, favorendo così una germinazione adeguata.

Per la semina al coperto, utilizzando i tunnel o altri ripari, possiamo seminare: cicoria, lattughino, rapa e ravanello. Anche in questo caso se ci troviamo in zone dell’Italia con un clima più mite possiamo anche aggiungere la semina di prezzemolo, valerianella e basilico.

Infine, se la nostra intenzione è quella di sfruttare un semenzaio riscaldato, possiamo seminare: cipolla, porro, lattuga, barbabietola, pomodoro, melanzana, peperoni, zucca e zucchine. A fine Febbraio possiamo anche mettere a pregerminare in ambiente caldo i tuberi di patata.

Il mese di Febbraio è anche il periodo di raccolta di prodotti piantati in precedenza. Possiamo raccogliere: cavolo verza, broccoli, cavolfiori e cavolini di Bruxelles e tutti gli altri prodotti maturati nonostante il freddo.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cosa fare a febbraio nell’orto?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento