Cosa fare in caso di una puntura di scorpione?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:29:54 08-07-2011

Gli scorpioni sono una delle specie animale più antiche che siano mai apparse sulla terra, le sue origini risalgono a più di 450 milioni di anni fa e ciò la dice lunga sulla loro capacità d’adattamento all’ambiente, specie in zone caldo umide. Questi animali sono soliti cacciare di notte e dimostrano un atteggiamento tutt’altro che offensivo nei confronti dell’uomo, ma ciò non ci rende immuni dalla paura nei loro confronti e dalle loro punture che possono capitare accidentalmente. Come prima cosa cerchiamo di eliminare dalle vostre menti il luogo comune che tutti gli scorpioni siano pericolosi e mortali, le specie che si trovano in Italia discendono dalla famiglia degli Euroscorpions e non sono assolutamente letali, nonostante posseggano del veleno nel loro pungiglione. Nascondendosi principalmente sotto le pietre o la sabbia è dunque possibile incorrere in una loro puntura, ma niente panico, elencheremo qui di seguito gli eventuali rimedi e sappiate in ogni caso che la puntura dello scorpione italiano e meno pericolosa della puntura di un ape. Se verrete punti dallo scorpione, cercate di osservarlo con attenzione per poi descriverlo eventualmente ad un centro anti veleni, in modo che se si tratta di uno scorpione potenzialmente letale (possibilità dello 0,0001%) vi possano somministrare il siero specifico, poiché questo varia da specie a specie. In caso di puntura da parte di uno scorpione non letale, potrete avvertire questi sintomi: dolore localizzato, prurito, gonfiore, irritazione e solo in rari casi febbre e stato confusionale. Ciò che dovrete fare in caso di puntura è immobilizzare l’arto coinvolto, spremere la ferita per far uscire il veleno e successivamente applicare del ghiaccio, ad ogni modo recatevi presso l’ospedale più vicino. In caso di forti dolori causati dalla puntura assumete dei farmaci a base di gluconato di calcio, in caso di convulsioni vi verrà sicuramente somministrato del Diazepam. Continuando a sfatare dei luoghi comuni, una volta punti non legate l’arto coinvolto fino a bloccarne la circolazione sanguigna ne succhiate via il veleno con la bocca (sono scorpioni, non serpenti). Che si tratti di punture letali o no, è strettamente necessario non ingerire cibo per le 8-12 ore successive. Tutt’altro discorso invece se siete soggetti allergici alle punture di scorpione, in quel caso potreste incorrere in uno shock anafilattico, per questo motivo vi consigliamo sempre di recarvi in ospedale. Esistono più di 1300 specie di scorpioni, quindi nonostante sia molto improbabile imbattersi in uno scorpione tropicale (quelli sì che sono letali) cercate nel dubbio di tenervi alla larga, ma se dovesse pungervi seguite le istruzioni precedenti e siamo certi sopravviverete, a meno che non vi imbatterete nella puntura del mortale “Androctonus Australis”, riconoscibile dal colorito giallastro e dal pungiglione scuro, in quel caso sarà di vitale importanza farvi somministrare il siero entro 1 ora.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cosa fare in caso di una puntura di scorpione?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: una delle specie animale più antiche che siano mai apparse sulla terra , la puntura dello scorpione italiano e meno pericolosa della puntura di un ape

Giudizio negativo Svantaggi: la puntura dell' Androctonus Australis è mortale

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: puntura di scorpione salute scorpione

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa fare in caso di una puntura di scorpione?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento