Cosa dice la Legge 104?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:36:16 18-05-2011

La legge 104 del 1992 (definita anche legge quadro) rappresenta una delle leggi più importanti sul tema della disabilità. Con la legge 104 del 1992, infatti, si assiste ad una rottura positiva con il passato e con il vecchio modo di concepire il disabile e la disabilità. Le innovazioni della legge 104 del 1992 non riguardano esclusivamente i diritti dei disabili, ma anche la nuova terminologia. Prima della legge 104 del 1992 il disabile, oggi si preferisce parlare di diversamente abile per sottolineare maggiormente il ruolo di risorsa di ogni persona sia che si tratti di una normodotata sia che si tratti di una disabile, veniva definito handicappato o mongoloide proprio a sottolineare l’aspetto negativo della sua condizione. Con la legge 104 si comincia, invece, a distinguere la persona dal suo handicap, introducendo il concetto di persona come “risorsa” e non come “deficit”. L’intenzione del legislatore è quella di superare la convinzione secondo cui un disabile è “un peso” per la società e proporre la visione di disabile o diversamente abile come portatore di diritti in grado di inserirsi a pieno titolo all’interno della società.
E proprio partendo da queste premesse, la legge 104 del 1992 predispone tutta una serie di diritti che garantiscano al soggetto diversamente abile una piena integrazione (non un semplice inserimento) all’interno della società fin dai primissimi anni di vita. Ed infatti, la legge 104 del 1992 è una legge che garantisce l’istruzione in qualunque ordine e grado della scuola italiana a tutti i soggetti diversamente abili. Questo significa la chiusura della scuole “speciali” e delle classi differenziate, tutte le scuole hanno l’obbligo di inserire all’interno delle proprie classi uno o più soggetti diversamente abili. La legge stabilisce anche che questi soggetti in base alle diverse esigenze hanno diritto ad essere seguiti in classe per un numero di ore da un insegnante di sostegno che cercherà di favorire nel soggetto il processo di apprendimento. Il legislatore a questo proposito ha predisposto dei corsi rivolti non solo agli insegnanti di sostegno, ma anche agli insegnanti curriculari affinchè si diffonda un nuovo modo di fare scuola: abbandonare la scuola di gentiliana memoria dove l’insegnate era posto al centro del processo di insegnamento apprendimento, e abbracciare una nuova visione della scuola che mette al centro ogni studente con le sue capacità (risorse), ma anche con le sue difficoltà.
Anche se la legge 104 rappresenta un punto di svolta per ciò che riguarda il tema della diversità, molta strada si deve ancora percorrere affinché scompaia (e non solo a parole) quella ormai superata e triste distinzione fra i “normali” e gli “anormali”, fra gli “abili” e i “disabili”.
Sempre in vista di una completa integrazione del soggetto diversamente abile nella scuola e nella società, la legge 104 del 1992 prevede l’eliminazione delle barriere architettoniche a scuola. Questo significa che ogni scuola deve fare in modo che al soggetto diversamente abile non sia preclusa nessuna possibilità di accedere a qualunque spazio della scuola.
Ma la legge 104 del 1992 prevede altresì una serie di facilitazioni per le famiglie degli studenti diversamente abili come libri di testo gratuiti e servizio bus gratis.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cosa dice la Legge 104?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: l'intenzione del legislatore è quella di superare la convinzione secondo cui un disabile , una delle leggi più importanti sul tema della disabilità

Giudizio negativo Svantaggi: molta strada si deve ancora percorrere

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: disabili disabilità legge 104

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa dice la Legge 104?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento