Cos’è l’epilessia? Come si cura?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 21:46:37 06-12-2010

L’ epilessia è una condizione neurologica cronica caratterizzata dalle cosiddette crisi epilettiche, le quali consistono in delle scariche improvvise ed eccessive di una popolazione di neuroni presenti all’ interno della sostanza grigia dell’ encefalo.
L’ epilessia è una delle malattie neurologiche più diffuse, essa può presentarsi a qualsiasi età e in varie forme; le macroclassi in cui distinguiamo le crisi epilettiche sono: crisi parziali (elementari o complesse) e crisi generalizzate (piccolo male o grande male).
La crisi parziale coinvolge un’ area più o meno circoscritta dell’ encefalo; le crisi parziali semplici non comportano un’ alterazione dello stato di coscienza del soggetto ed esse sono classificabili in: crisi motorie Jacksoniane, crisi versive (deviazione sullo stesso lato di capo e occhi), crisi somatosensoriali, crisi vegetative e crisi psichiche.
Le crisi parziali complesse invece comportano un’ alterazione dello stato di coscienza del soggetto e sono accompagnate da automatismi come il continuo deglutire; le crisi complesse sono classificabili in: crisi confusionali, crisi psicomotorie, crisi affettive, crisi psicosensoriali e crisi ideatorie.
Le crisi epilettiche generalizzate invece si distinguono in: grande male, piccolo male, mioclonica, clonica, tonica, atonica e focali.
La crisi di tipo grande male è la più classica e si manifesta attraverso delle convulsioni che coinvolgono tutto il corpo, inizialmene il soggetto accusa spasmi i tutti i muscoli scheletrici che sono seguite da contrazioni muscolari rapide, durante queste crisi è possibile che il soggetto si morsichi la lingua ed è possibile rilevare la presenza di saliva e muco attorno alla bocca della vittima, inoltre si ha una rotazione degli occhi all’ indietro.
Molto particolari sono le crisi focali che investono una parte ben definita della corteccia celebrale, ma che possono espandersi fino a comprendere entrambi gli emisferi: si parlerà in questo caso di crisi parziali secondariamente generalizzate.
Il peggior stato in cui può ritrovarsi un malato di epilessia è lo Stato di Male in cui le crisi possono protarsi anche per 30 minuti, in questo stato è da considerarsi come una vera e propria emergenza medica in quanto può portare a necrosi neuronale e altre danni neurologici gravi.
Per quanto riguarda le possibili cure dell’ epilessia, possibile sia rimuovere la causa delle crisi tramite operazione chirurgica oppure, nel caso di forme primitive, è possibile assumere farmaci antiepilettici, che rivestono uno scopo preventivo, e che quindi vanno assunti quotidianamente per lungi periodi di tempo oppure, nei casi più gravi, per tutta la vita.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è l’epilessia? Come si cura?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento