Cos’è la trascrizione in biologia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:56:11 21-12-2010

Nell’ambito della biologia molecolare, si definisce trascrizione il meccanismo attraverso il quale in una molecola complementare di RNA, cioè di acido ribonucleico (altrimenti chiamato ARN), avviene la trasmissione di informazioni presenti nel DNA, cioè acido desossiribonucleico. A livello concettuale, essa si può spiegare come il passaggio di informazioni genetiche all’RNA da parte del DNA. La trascrizione rappresenta l’inizio del procedimento che conduce alla sintesi (cioè alla realizzazione) di proteine funzionali (peptidi) mediante la produzione intermedia di un mRNA (cioè l’RNA messaggero) nell’eventualità in cui a essere codificata dal DNA sia una proteina. Per quanto riguarda la trascrizione, essa fa riferimento a un processo di controllo della fedeltà, chiamato oproofreading, che tuttavia presenta un’efficacia molto inferiore rispetto a quelli connessi al meccanismo di replicazione del DNA. Ad esempio lo stesso processo di sintesi di RNA può presentare una quantità di errori nettamente superiore. Il filamento stampo, vale a dire il filamento lungo il quale viene scansito il DNA, è percorso in direzione 3’ -> 5′. A sua volta, il nuovo filamento di RNA parte dal suo 5’ per essere sintetizzato. Procedendo nell’analisi più nel dettaglio, osserviamo che il processo di trascrizione è reso possibile da speciali enzimi chiamati RNA polimerasi. Si tratta di proteine definite anche DNA-dipendenti, poiché sintetizzano una molecola di RNA partendo dal DNA. L’RNA viene formato attraverso l’utilizzo di nucleotidi dotati di tre gruppi fosfato, chiamati nucleotidi trifosfati. Essi, durante il procedimento, perdono due gruppi fosfato, e in tal modo creano un legame covalente tra un nucleotide e l’altro. Nell’ambito della trascrizione possiamo distinguere tre momenti, vale a dire l’iniziazione, l’allungamento e la terminazione. Sono solo speciali sequenze, definite promotori, a consentire il legame tra DNA e RNA polimerasi. I promotori non sono trascritti e da essi cominciamo a introdursi i nucleotidi trifosfati per realizzare sequenze di nucleotidi complementari al filamento di DNA che sta venendo trascritto. Una volta identificato il promotore, il DNA viene reso adatto al processo di trascrizione dalla RNA polimerasi. A questo punto il filamento di RNA si allunga, poiché vengono aggiunti i nucleotidi. Il primo nucleotide del nuovo filamento di RNA lascia intatti i tre gruppi fosfato, quelli seguenti, invece, ne rilasciano due attraverso quella che viene chiamata reazione esoergonica. La trascrizione finisce quando nel DNA si presentano sequenza particolari di base, che in genere si trovano al termine di un gene.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è la trascrizione in biologia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento