Cos’è la stenosi spinale?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:33:29 26-12-2010

Quando ho deciso di intraprendere la mia professione non pensavo di dover imbattare in tutto questo mondo di dolore…purtroppo è stato così!
Durante i miei diversi tirocini ho conosciuto Lei…la stenosi spinale, di cui oggi vi parlerò.
Cos’è, di cosa si tratta?
Per stenosi spinale si intende un restringimento di un orifizio, di un vaso sanguigno o di un organo incavato, che impedisce il normale transito delle consistenze che fisiologicamente passano attraverso di loro.
La stenosi si presenta con maggiore frequenza all’esofago, allo stomaco, al piloro, all’uretra o al retto.
Possiamo dunque avere: la stenosi valvolare, la stenosi spinale, la stenosi cervicale, la stinosi rettale e la stinosi del cranio.
Oggi per l’appunto vi parlerò della stenosi spinale.
La stenosi spinale è una riduzione del midollo spinale che causa pressione sul midollo spinale propriamente dove i nervi spinali separano la colonna vertebrale.
Le cause della stenosi spinale sono diverse. Si sviluppa solitamente quando il soggetto avanza negli anni ed i dischi divengono più secchi e cominciano a ridursi.
Al contempo, anche le ossa ed i legamenti della colonna vertebrale aumentano a causa dell’artrite o di un’infezione cronica. Comunque, anche altre possono essere le cause della malattia, tra cui un’infezione e/o difetti alla nascita, possono appunto a volte causare la stenosi spinale.
Altre cause ancora possono essere ad esempio, l’ernia al disco, difetti della colonna vertebrale, tumori della colonna vertebrale, malattie delle ossa.
I sintomi solitamente peggiorano col tempo soprattutto quando si sta in piedi o si cammina in posizione eretta, e riguardano la maggior parte delle volte solo un lato del corpo del paziente, i principali sintomi sono: l’intorpidimento, i crampi, dolori generi nel corpo, alla schiena, alle cosce, alle braccia, ai glutei. Ed anche la debolezza di uno degli arti superiori o inferiori ne è un sintomo.
Purtroppo dati i sintomi, la maggior parte dei pazienti affetti da tale malattia non possono muoversi molto, cioè camminare molto data la difficoltà dell’azione stessa e del dolore, i sintomi più gravi infatti sono per l’appunto:
complessità o sbilanciamento quando si cammina, problemi di controllo delle urine o mosse intestinali, problemi ad urinare o ad espellere le feci.
Per ciò che concerne invece la diagnosi, durante l’esame corporeo, il medico cercherà di capire la provenienza del dolore e comprendere come agisce sulla circolazione.
Gli esami che vengono generalmente eseguiti sono, l’elettromiogramma,
la risonanza magnetica o TAC spinale e i raggi-X alla colonna vertebrale.
Cosa bisogna fare quindi, quali sono le terapie a riguardo?
Dovete prendervi cura della vostra schiena, e capire che quando il dolore non passa e l’ora di andare a controllarvi per prevenire un qualsiasi tipo di problema che possa eventualmente aggravarsi.
Il medico vi dirà come gestire questo dolore, quale terapia utilizzare, quali farmaci assumere, come ad esempio le iniezioni di steroidi che possono calmare il dolore per un pò di tempo, e vari altri farmaci per curare il dolore cronico, come la fenitoina o l’utilizzo di un antidepressivo come è l’amitriptilina.

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è la stenosi spinale?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento