Cos’è la Pop Art?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:21:26 27-05-2011

Quando si parla di Pop Art si fa riferimento a una corrente artistica che ha raggiunto il culmine a partire dalla seconda metà del Ventesimo Secolo: l’espressione proviene dalla locuzione inglese popular art, e significa, appunto, arte popolare.

Si può considerare la pop art come una delle correnti artistiche più importanti del dopoguerra. Essa deriva in maniera diretta dal cinismo quanto mai graffiante della nuovo oggettività, ma trova ispirazione anche dall’equilibrata semplicità del dadaismo, del suprematismo e del neoplasticismo.

Nata in Gran Bretagna sul finire degli anni ’50, la Pop Art si è poi sviluppata in maniera più consistente negli Stati Uniti dagli anni Sessanta in poi, andando a espandere la propria influenza nel resto della civiltà occidentale. L’arte popolare così rappresentata si pone in evidente opposizione rispetto all’espressionismo astratto, e in particolare al suo intellettualismo esagerato. La Pop Art, in particolare, si concentra sui linguaggi, gli oggetti, i rituali e i miti della società dei consumi. Occorre fare, in ogni caso, una precisazione a proposito dell’appellativo popolare, intendendo questa espressione non come arte destinata al popolo, ma come arte di massa, cioè come arte prodotta in serie. Visto e considerato che la massa non è dotata di volto, la Pop Art, che esprime appunto la massa, deve essere, per quanto possibile anonima, perché solo in questa maniera riuscirà a essere capita, oltre che accolta, dalla maggior parte delle persone.

La Pop Art, in estrema sintesi, si oppone, all’interno di una civiltà in cui il consumo la fa da padrone, all’espressione dell’istintività o dell’interiorità, per guardare, viceversa, al mondo esterno, a quello che viene definito folclore umano: in poche parole, all’insieme degli stimoli visivi da cui l’uomo di oggi è attorniato. Si tratta, in effetti, di un tipo di arte che si apre alle forme di comunicazione più popolari, dai quadri rappresentati in serie alla pubblicità, passando per i fumetti. La Pop Art, in un certo senso, può essere connessa, solo idealmente, al dadaismo, movimento svizzero, per l’intenzione di voler riprodurre, in scultura o su tela, oggetti della vita di tutti i giorni che vengono innalzati a manifestazione artistica.

Bisogna, tuttavia, ribadire che rispetto al Dada viene completamente meno la carica provocatoria e l’intenzione anarchica. Concludiamo segnalando che la Pop Art va a pescare i propri soggetti, e i propri oggetti, dall’infinito mondo del quotidiano, soprattutto dalla società degli Stati Uniti, e di conseguenza basa la propria capacità di essere capita e apprezzata proprio sulla sicurezza che questi oggetti possono essere riconosciuti da tutti.

I fenomeni da cui i pop artists traggono ispirazione e motivazione possono essere individuati nel consumismo consacrato a sistema di vita, ma anche nel fumetto come solo e ultimo strumento di comunicazione scritta, senza dimenticare il martellamento della pubblicità, ripetuto e ossessivo, la mercificazione sfrontata e reiterata dell’uomo moderno. A ciò si aggiunga una critica a tutto tondo alla società dei consumi. Pop Art non è solo pittura, ma anche cinema, collage, video e fotografia.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cos’è la Pop Art?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: si concentra sui linguaggi, gli oggetti, i rituali e i miti della società dei consumi , ha raggiunto il culmine a partire dalla seconda metà del Ventesimo Secolo

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: arte corrente artistica pop art

Categoria: Arte e cultura

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è la Pop Art?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento