Cos’è la depressione da Facebook?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:01:55 30-03-2011

Oggi vorrei parlarvi di uno dei social network più diffusi e usati a livello planetario; si tratta di Facebook. Ma, in particolare, vorrei soffermarmi su un fenomeno, che a molti potrà apparire bizzarro, legato a questo social network: si tratta della depressione da Facebook.
Posso capire che a molti sembrerà una nuova trovata per accaparrare nuovi iscritti o per farsi un po’ di pubblicità gratuita ed invece, con mia grande sorpresa, devo dirvi che si tratta di un fenomeno serio e da non sottovalutare.
Ovviamente come tutte le notizie insolite, anche questa proviene dall’America, in particolare da una ricerca condotta dall’American Accademy of pediatric che ha analizzato il comportamento e lo stato d’animo di un gruppo numerosi di bambini e adolescenti di diversa origine ed estrazione sociale accomunati dal fatto che tutti usavano il social network Facebook. Secondo i ricercatori della American Accademy of pediatric, gli adolescenti e i bambini soffrirebbero di una sorta di confronto con i loro coetanei; in altre parole la comunità virtuale di Facebook verrebbe scambiata con una comunità reale vera e propria. In pratica il fatto che un proprio amico abbia più contatti su Facebook (oggi si dice più “amici”) o riceva più apprezzamenti nella sua bacheca attraverso i tasti “mi piace” o “non mi piace” scatenerebbe una vera e propria forma di depressione in quanto ci si percepisce come inferiori e non apprezzati dagli altri. Gli studiosi della American Accademy of pediatric ci tendono a specificare che ad essere più colpiti sono ovviamente tutti quei soggetti che vivono in una situazione di svantaggio (sociale o culturale) o comunque che non possiedono una adeguata autostima. Si tratta di soggetti che hanno il più delle volte difficoltà comportamentali o che nella vita di tutti i giorni (quella reale) tendono a isolarsi. Bene, secondo gli studiosi della American Accademy of pediatric in questi soggetti è più facile che si sviluppi una forma di depressione legata proprio all’utilizzo del social network Facebook. Un altro fattore legato all’uso di Facebook e che può contribuire a scatenare queste forme di depressione è il fatto che all’interno di questo social network ognuno è libero di lasciare i propri commenti. Questo significa che se un soggetto è vittima dei bulli a scuola, potrebbe continuare ad esserlo anche in questa realtà virtuale che è Facebook.
Secondo uno psichiatra italiano, Claudio Mencacci, la depressione da Facebook è legata al fatto che su questo social network ognuno tende ad esprimere e a mettere in mostra (su questa finestra sul mondo) il meglio di se. E’ inevitabile che si venga a creare un confronto fra i ragazzi così come si rappresentano su Facebook; il problema è che molti adolescenti non hanno ancora gli strumenti per distinguere ciò che è reale da ciò che è solo virtuale e quindi tendono ad attribuire un peso eccessivo a ciò che succede su Facebook con la conseguenza di cadere in forme più o meno gravi di depressione.
Un consiglio che mi sento di dare ai genitori che notano nel figlio atteggiamenti strani è di passare più tempo con loro e soprattutto aiutarli in un corretto utilizzo di questo bellissimo ma pericoloso social network che è Facebook.
Spero di esservi stato utile, vi auguro una buona serata a tutti!

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cos’è la depressione da Facebook?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: uno dei social network più diffusi , bellissimo social network

Giudizio negativo Svantaggi: si cade in depressione

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: facebook internet social network

Categoria: Computer e Internet

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è la depressione da Facebook?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento