Cos’è la circoncisione e perchè la si pratica?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:38:48 29-12-2010

Quando si parla di circoncisione ci si riferisce a una pratica chirurgica consistente nell’asportazione di parte o della totalità del prepuzio del pene; in genere è associata anche alla frenulectomia, cioè all’asportazione di parte o della totalità del frenulo. Il termine circoncisione deriva dalle parole latine caedere, che significa tagliaere, e circum, che vuol dire attorno. La parola circoncisione viene impropriamente usata riferendosi a mutilazioni genitali femminili, che consistono nella rimozione del prepuzio clitorideo. L’uso di questo termine in tali casi, però, è errato, visto che si dovrebbe parlare a seconda delle situazioni di infibulazione o ablazione. La circoncisione, nella medicina moderna, viene messa in pratica al fine di rimediare a talune disfunzioni del pene, come la balanite o la fimosi. In alcuni casi, può essere praticata in presenza di infezioni delle vie urinarie o di cancro al pene. Inoltre, può essere adottata in casi di eiaculazione precoce, che, più o meno in un caso su dieci, ha origine per motivi fisici e non psicologiche. Secondo alcune ricerche scientifiche, la pratica della circoncisione diminuirebbe fino al 60% il rischio di contrarre l’infezione Hiv nei maschi eterosessuali. La circoncisione è praticata con frequenze differenti a seconda della cultura medica dei diversi Paesi: per esempio, in Europa è molto meno diffusa rispetto agli Stati Uniti, dove viene applicata spesso con finalità preventive. Come accennavamo, in caso di fimosi, spesso viene applicata anche la frenulectomia, cioè la rimozione del frenulo, allo scopo di liberare più pelle nella zona del frenulo, che potrebbe essere troppo corto. In generale, la circoncisione porta a un miglioramento nella qualità della vita dell’individuo, specie per quanto riguarda i rapporti sessuali. La circoncisione lascia una cicatrice; se l’operazione viene praticata in strutture adeguate, in maniera corretta e in giovane età, la cicatrice si riassorbe quasi subito e lascia pochissime tracce. Questa pratica può essere eseguita anche per scopi non terapeutici. La decisione di uomini che scelgono di farsi circoncidere senza apparenti necessità fisiche è dovuta alla credenza di sperimentare un piacere sessuale maggiore. In questo caso, la circoncisione è eseguita per esigenze sociali ed estetiche, ed in questo senso sta prendendo sempre più piede nel Regno Unito, in Canada e negli Stati Uniti. Da segnalare, infine, che la pratica della circoncisione nei confronti dei bambini fa parte della cultura ebraica. Dal punto di vista medico, tale operazione non presenta effetti di rilievo sotto il profilo delle prestazioni sessuali. A volte, causa una leggera riduzione di sensibilità, che può essere sfruttata per contrastare l’eiaculazione precoce. Alcuni problemi riscontrati nei soggetti circoncisi hanno a che fare con la perdita di tessuti erogeni, con difficoltà nella masturbazione, con scarsa maneggevolezza del pene e eccessiva perdita di sensibilità del glande, con conseguenti difficoltà per arrivare all’orgasmo. Il glande, infatti, rimanendo scoperto, non è protetto rispetto all’esterno, per esempio allo sfregamento dei vestiti. Questi effetti collaterali non si manifestano, comunque, in tutti i maschi circoncisi, e spesso dipendono dalla tecnica chirurgica impiegata, all’età in cui l’operazione viene effettuata (da bambini o da adulti, con lo sviluppo già compiuto) e all’abilità del chirurgo.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Cos’è la circoncisione e perchè la si pratica?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento