Cos’è il nuovo prestito vitalizio ipotecario

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:28:44 15-05-2015

Se avete più di 60 anni e siete proprietari di un immobile ad uso abitativo, potete richiedere il prestito vitalizio ipotecario ad una banca o ente finanziario.

Questa particolare tipologia di contratto prevede un finanziamento senza rate per il proprietario dell’immobile, garantito dall’ipoteca sulla casa a favore della banca o dell’ente erogatore. L’ammontare del finanziamento viene stabilito con una perizia condotta da un tecnico incaricato dall’ente finanziatore e in genere può variare tra il 15% e il 50% del valore dell’immobile. Il finanziamento può essere utilizzato dai proprietari senza che questi siano costretti a lasciare l’abitazione.

A tal proposito si parla spesso anche di mutuo inverso, infatti il proprietario dell’immobile dà quest’ultimo in garanzia alla banca o alla finanziaria ed ottiene in cambio una somma in denaro che può utilizzare come meglio crede.

Se i titolari del finanziamento decidono di chiudere il contratto, possono farlo in qualsiasi momento restituendo alla banca o all’ente finanziario il capitale ottenuto più gli interessi maturati. Il contratto può anche essere ceduto agli eredi che possono a loro volta decidere di cedere la casa all’ente finanziatore, estinguere il debito o vendere la proprietà.

In sostanza, il prestito vitalizio ipotecario permette di ottenere liquidità mantenendo la proprietà dell’immobile.

Si noti che l’abitazione non può essere venduta, affittata o soggetta a trasformazioni, ma deve anzi essere mantenuta in buone condizioni. Ciò dovrà essere verificato con una relazione annuale sullo stato dell’immobile.

La differenza e vantaggio rispetto al mutuo sulla nuda proprietà sta proprio nel fatto che chi ottiene il finanziamento non perde automaticamente la proprietà dell’immobile alla propria morte, ma può scegliere di lasciarlo agli eredi che potranno quindi riscattare l’immobile stesso rimborsando l’ipoteca imposta sull’immobile con l’erogazione del prestito vitalizio.

Di contro, con la vendita della nuda proprietà, il venditore mantiene l’usufrutto dell’abitazione, che alla sua morte verrà ceduta all’acquirente.

Attualmente il prestito vitalizio ipotecario è disciplinato dalla Legge n. 44/15 del 21 aprile 2015, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 21 aprile 2015 ed entrata in vigore il 6 maggio 2015.

 

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cos’è il nuovo prestito vitalizio ipotecario
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Finanziamento senza rate , A differenza del mutuo sulla nuda proprietà, alla morte dei proprietari l'immobile non viene incamerato dallo Stato.

Giudizio negativo Svantaggi: Per riscattare l'immobile gli eredi devono rimborsare l'ipoteca

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: finanziamenti ipoteca mutuo ipotecario

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è il nuovo prestito vitalizio ipotecario? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento