Cos’è il Il Conto Energia?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:47:05 04-04-2011

In un momento storico in cui le risorse naturali sono state sfruttate per oltre l’80%, è necessario trovare delle misure alternative per fronteggiare una altrimenti inevitabile deriva di sprechi e abusi nei confronti delle materie prime. La via più breve verso il risparmio e la sostenibilità ambientale in campo di produzione di energia è rappresentata dalle fonti rinnovabili. Sono considerate tali quelle che traggono le proprie risorse direttamente dagli elementi primari come sole, acqua e vento, caratterizzati appunto da una sostanziale inesauribilità. In questo modo si prende in prestito dalla Natura qualcosa che non viene del tutto sprecato, che non ha un impatto nocivo sull’ambiente e che guarda al futuro in termini di acquisizione e soprattutto distribuzione delle energie e delle tecnologie.
Per promuovere l’utilizzo di queste risorse e portare avanti la disciplina della auto-produzione di energia, le amministrazioni pubbliche di diversi paesi hanno dato il via a un processo di incentivazione finanziaria ai progetti di sviluppo autonomo di energie rinnovabili. La normativa che regola questi incentivi in Italia è chiamata Conto Energia. Il Decreto Ministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 agosto 2010 rappresenta l’aggiornamento più recente in materia e si riferisce all’erogazione delle tariffe incentivanti per la promozione di elettricità da fonte solare (pannelli fotovoltaici) nel triennio 2011-2013, regolato sulla base del calcolo dei kWh (kilowatt/ora) prodotti dall’impianto. Secondo questo decreto, che sostituisce i precedenti, l’energia prodotta da impianti fotovoltaici ha diritto ad una incentivazione per un periodo di 20 anni a decorrere dall’entrata in esercizio. Sono quattro le tipologie di impianto che possono usufruire dei contributi statali:
- impianti solari fotovoltaici 20 anni di incentivazione e potenza massima incentivabile pari a 3.000 MW;
- impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (progettati per integrarsi o sostituirsi a elementi architettonici) 20 anni di incentivazione e potenza massima incentivabile pari a 300 MW;
- impianti a concentrazione 20 anni di incentivazione e potenza massima incentivabile pari a 200 MW;
- impianti fotovoltaici con innovazione tecnologica con moduli e componenti caratterizzati da significative innovazioni tecnologiche definite in un successivo decreto ministeriale.
Il tetto massimo di potenza incentivabile per ciascuna di queste categorie viene stabilito con modalità di aggiornamento continuo direttamente dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) sul sito ufficiale www.gse.it.
Si può fare richiesta di incentivazione, esclusivamente per via telematica tramite lo stesso sito, entro 90 giorni dall’entrata in esercizio dell’impianto e in presenza di risultati documentati particolarmente meritevoli legati al risparmio energetico, sono previsti dei premi di incentivazione fino al 20% della somma erogata. Specifiche ulteriori su: http://www.camera.it/temiap/CONTO%20ENERGIA%202011_2013.pdf

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cos’è il Il Conto Energia?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Il tetto massimo di potenza incentivabile per ciascuna di queste categorie viene stabilito con modalità di aggiornamento continuo , Si può fare richiesta di incentivazione, esclusivamente per via telematica tramite lo stesso sito

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: conto energia gse sito web

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è il Il Conto Energia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento