Cos’è un contratto di sublocazione?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:27:50 22-04-2011

Che cos’è il contratto di sublocazione? Si tratta di un accordo che viene stipulato nel momento in cui l’appartamento locato deve essere lasciato per un certo periodo di tempo dall’affittuario, il quale può deciderlo di affittarlo a sua volta a terzi al fine di coprire le spese senza dover per questo motivo disdire il contratto principale. In sostanza, il contratto di sublocazione va a sovrapporsi al contratto di locazione principale, ed è indipendente rispetto a questo. È l’articolo 262 del codice civile a dettare le condizioni del contratto di sublocazione. È bene precisare che per definizione la sublocazione presenta un carattere di provvisorietà, in considerazione del fatto che nel momento in cui scade il periodo previsto l’affittuario principale torna a occupare di nuovo il locale. Per quanto riguarda il periodo di sublocazione, la durata può essere inferiore, rispetto a quella del contratto principale, oppure uguale. D’altra parte è necessario specificare che il conduttore la cui unica intenzione sia quella di sostituirsi al locatore, andando a subaffittare il locale senza essere intenzionato a rioccupare i locali in seguito infrange la legge. Inoltre, il conduttore ha la facoltà si sublocare sia una parte dell’abitazione che l’abitazione nella sua interezza. Chiariamo che non rientra all’interno del contratto di sublocazione l’ospitare concubini o parenti, anche nel caso in cui essi prendano parte al pagamento della pigione. Sottolineiamo, d’altro canto, che il locatore ha facoltà di negare il proprio consenso alla sublocazione in diversi casi. Innanzitutto nell’eventualità in cui le condizioni della sublocazione risultino abusive rispetto a quello del contratto di locazione principale; in secondo luogo nell’eventualità in cui il conduttore esprima il proprio rifiuto a comunicare al locatore le condizioni in cui avviene la sublocazione; in terzo luogo nell’eventualità in cui al locatore venga provocata, dalla sublocazione, una fonte di pregiudizio essenziale. In questo caso, il locatore principale viene protetto, per esempio, da una modifica evidente della destinazione dei locali. Il locatore può manifestare il proprio consenso sia in forma orale che in forma scritta, ma l’approvazione può anche risultare da atti concludenti. Per prudenza, dunque, il locatore si premura di comunicare il proprio consenso in forma scritta entro venti giorni. In presenza di un’abitazione familiare, sono entrambi i coniugi a dover richiedere il consenso del locatore. Infine, concludiamo segnalando che nell’eventualità in cui vengano apportate modifiche alle condizioni di sublocazione il locatore ha la possibilità di ritirare il proprio consenso, andando a notificare il dissenso attraverso il modulo ufficiale da usare per le variazioni unilaterali del contratto nei confronti del conduttore principale, dissenso relativo alle nuove condizioni di sublocazione. Può anche accadere che il contratto principale venga disdetto in anticipo, nel caso in cui il locatore, da un esame retroattivo, abbia la facoltà di opporsi alla sublocazione, se è richiesto il suo accordo, oppure nel caso in cui il conduttore non rispetti il dissenso, opportunamente giustificato, del locatore, di permettere la sublocazione; o infine, come già accennato, nel caso in cui il conduttore non abbia comunicato le condizioni di sublocazione al locatore. In sintesi, si tratta di un contratto che offre un ampio spettro di opportunità, sia dal punto di vista economico che da quello logistico, a fronte di poche limitazioni che bisogna rispettare.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Cos’è un contratto di sublocazione?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: un soggetto che ha il ruolo di contraente in un contratto con una controparte pubblica o privata replica autonomamente ed attivamente il rapporto nei confronti di una parte terza , incide anche sulla sua validità, in quanto cessa i suoi effetti qualora il contratto originario venga meno per un qualsiasi motivo

Giudizio negativo Svantaggi: informarsi bene prima di firmare qualsiasi tipo di contratto

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: contratti

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è un contratto di sublocazione?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento