Coronavirus, il Regno Unito punta all’immunità di gregge: potrebbe funzionare?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 11:45:46 23-03-2020

A differenza degli altri Paesi europei, il Regno Unito ha scelto di puntare sull’immunità di gregge per sconfiggere il Coronavirus. In merito all’atteggiamento assunto dall’Inghilterra di Boris Johnson, sono numerosi i commenti critici da parte della comunità scientifica. Di fatto, gli inglesi hanno preferito in questo momento non adottare le misure drastiche prese invece dalla quasi totalità delle altre nazioni europee raggiunte dal Coronavirus, come ad esempio Spagna, Germania, Francia e Austria sulla base di quanto fatto in precedenza in Cina e in Italia.

Immunità di gregge contro il Coronavirus: la strategia del Regno Unito

In Inghilterra le persone che presentano dei sintomi sospetti sono chiamate ad autoisolarsi per un periodo di 7 giorni (anziché 14). Inoltre, Boris Johnson non ha escluso nelle ultime ore la possibilità che venga chiesto agli over 70 un periodo di quarantena forzato pari a quattro mesi (fonte Repubblica), in quanto si tratta della fascia di popolazione più a rischio. Un altro provvedimento che potrebbe essere preso nei prossimi giorni è il divieto all’organizzazione di eventi con un numero superiore alle 500 persone. Per il resto, la vita a Londra e nel resto del Paese proseguirà come sempre è stato. Una delle armi su cui il Governo inglese punta è l’immunità di gregge, vale a dire permettere al virus di infettare il 60 per cento circa della popolazione e sfruttare l’immunità di queste persone per rallentare la diffusione del virus tra gli individui più deboli.

Coronavirus e immunità di gregge: le critiche della comunità scientifica

Una delle principali critiche mosse da numerosi esponenti della comunità scientifica alla strategia adottata dal Regno Unito è l’aumento considerevole di decessi che verrà registrato nelle prossime settimane se si proseguirà su questa strada. A tal riguardo si possono citare le stesse dichiarazioni di Boris Johnson durante l’ultimo discorso alla nazione, con il primo ministro che aveva messo in guardia i cittadini inglesi della possibilità concreta di perdere i propri cari prima del tempo. Margaret Harris, esponente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in un’intervista rilasciata al Guardian ha sottolineato come l’immunità di gregge non possa essere una strategia valida in quanto allo stato attuale gli scienziati sanno ancora poco circa il comportamento del Coronavirus dal punto di vista immunologico. Anche l’epidemiologo italiano Lopalco si è detto contrario alle mosse intraprese dal Regno Unito, chiarendo che il sistema sanitario inglese potrebbe nel giro di breve tempo ritrovarsi sotto stress, con un conseguente numero di decessi più elevato.

Coronavirus, il Regno Unito punta all’immunità di gregge: potrebbe funzionare?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: la vita prosegue come prima , no a isolamento sociale collettivo

Giudizio negativo Svantaggi: possibile escalation di vittime

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: Boris Johnson coronavirus immunità di gregge UK

Categoria: Salute

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Coronavirus, il Regno Unito punta all’immunità di gregge: potrebbe funzionare?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento