Con cosa sostituire lo zucchero bianco?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:07:40 02-11-2011

Lo zucchero bianco, usato principalmente nell’ambito alimentare, si ottiene estraendolo dalla barbabietola e dalla canna da zucchero, mediante complesse trasformazioni industriali che lo privano di tutte quelle sostante nutritive come, minerali, vitamine ed oligoelementi; ogni giorno lo introduciamo nel nostro corpo attraverso i dolci, le bevande, le caramelle, le conserve, i liquori, ed molte altre tipologie di cibo.
E’ noto, ormai, che lo zucchero bianco, se consumato in maniera eccessiva, può essere causa di diverse patologie, quali carie, diabete, appesantimento intestinale, obesità, e, nei casi più estremi, di malattie ossee; per ovviare a questi problemi, è consigliato assumere lo zucchero bianco in quantità ridotte, e non aggiungerne a cibi che già di per sé contengono zuccheri di diverso genere al loro interno.
In alternativa, esistono in commercio diversi tipi di dolcificanti, sia naturali che artificiali che possono essere utilizzati al suo posto; in generale, i dolcificanti tendeno a stimolare il pancreas a sintetizzare insulina, con una conseguente diminuzione della concentrazione di glucosio nel sangue.
Tra i dolcificanti naturali, il primo in assoluto è il miele, da sempre utilizzato dall’uomo, ma possono essere inclusi anche tutti gli sciroppi ricavati per esempio dall’acero, dalla stevia, dai cereali o dalla frutta, contenenti, tutti quanti, quello che comunemente chiamiamo fruttosio, ovvero lo zucchero estratto direttamente dalla frutta.
Sempre tra i dolcificanti naturali, possiamo trovare lo Xilitolo, il Lattosio, la Glicina ed il Sorbitolo.
I dolcificanti artificiali, invece, non esistono in natura, ma vengono sintetizzati in laboratorio e si caratterizzano per un contenuto calorico quasi nullo; comprendono l’Aspartame, la Saccarina, il Maltitolo, l’Acesulfame K e l’Isomalto. Queste sostanze sono note per essere molto più dolci rispetto al comune zucchero bianco: servono circa 200 grammi di zucchero per ottenere lo stesso effetto di un grammo di aspartame. Nel caso della saccarina, poi, il potere dolcificante è ben maggiore (450-600 volte superiore).
Riguardo a questo tipo di sostanze, sono tuttora in atto diversi dibattiti sugli effetti collaterali che essi provocherebbero; nello specifico, l’aspartame è probabilmente la sostanza messa in discussione maggiormente, a causa di diversi test che hanno accertato la sua natura cancerogena e, quindi, dannosa per la saluta dell’uomo.
L’aspartame viene utilizzato anche per altri cibi di uso comune quali yogurt, bibite gassate, gomme da masticare, caramelle, dessert, prodotti spalmabili su pane, nei cereali per colazione, nella senape, nelle conserve di frutta e nei sughi pronti.
E’ importante, in ogni caso, non superare le dosi giornaliere consigliate dal Ministero della Sanità.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Con cosa sostituire lo zucchero bianco?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: in alternativa, esistono in commercio diversi tipi di dolcificanti , il miele è una delle migliori soluzioni

Giudizio negativo Svantaggi: lo zucchero bianco, se consumato in maniera eccessiva, può essere causa di diverse patologie

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: barbabietola dolcificante zucchero bianco

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Con cosa sostituire lo zucchero bianco?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento