Come svasare una pianta grassa

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:36:48 09-03-2015

Le piante grasse non amano particolarmente essere rinvasate, anche se periodicamente è necessario compiere questa operazione. Il periodo migliore per farlo è durante la ripresa vegetativa, in primavera o all’inizio dell’estate perché nel periodo di quiescenza potrebbero facilmente danneggiarsi.

Il nuovo vaso non dovrà essere scelto molto più grande del precedente, soltanto 3-4 cm di diametro in più. E’ importante tener conto che i vasi di terracotta tendono a far evaporare l’acqua più velocemente di quelli in plastica, quindi in questo caso bisognerà procedere con annaffiature più frequenti. Innanzitutto è necessario munirsi di guanti per evitare di pungersi, poi avvolgere la pianta con un foglio di carta o uno strofinaccio e capovolgerla. Indice del fatto che è ora di cambiare vaso è il veder uscire le radici dal foro di drenaggio.

Con delicatezza e decisione, battere sul fondo e sui lati del vasetto fino a far uscire in blocco la pianta senza danneggiare le radici. Prima di trasferirla bisogna controllare che il nuovo vaso sia forato, permettendo così all’acqua di fuoriuscire per evitare che le radici vadano incontro a marciumi.

Il terriccio non dovrà essere molto compatto, anzi, soprattutto se il vaso è di plastica, preferirne uno leggero e drenante, stenderlo sul fondo, inserire la pianta grassa e coprire lo strato superficiale con lapilli o argilla per evitare che la terra si sposti, schizzi o formi buche durante l’annaffiamento.

È opportuno non dare acqua appena terminato il rinvaso perché le radici possano adattarsi al nuovo habitat. Per rinforzarsi ed espandersi devono muoversi per cercare il nutrimento. Oltre all’acqua, è importante ricordarsi di concimare periodicamente le vostre piante scegliendo tra i numerosi prodotti in commercio. A titolo informativo, gli elementi più importanti sono il potassio, il fosforo e l’azoto. Il primo per garantire il vigore e la colorazione di eventuali fiori, il secondo per la maturazione dei frutti, e quindi dei semi per la riproduzione, il terzo in quanto fa parte di tutta la struttura della pianta, anche se non bisogna abbondare per non indebolirla.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come svasare una pianta grassa
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Come svasare una pianta grassa? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento