Come si coltivano le piante aromatiche sul balcone?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 10:09:25 12-04-2017

Le piante aromatiche sono una piccola, ma preziosa miniera di virtù. Aggiunte regolarmente ai cibi ne esaltano i sapori e li arricchiscono di importanti valori nutritivi.
Dove prendere le piante aromatiche? Molte di esse, le più comuni, sono davvero molto facili da coltivare e non richiedono grandi spazi né particolare impegno.
Alcune sono annuali e vanno ripiantate ogni primavera; altre ci accompagnano anno dopo anno, sempre pronte quando ne abbiamo bisogno.
Il sistema migliore per godere dei pregi di queste piante così preziose è quello di coltivarle sul balcone. Non sono soltanto utili, ma anche belle da vedere e non richiedono che poche, semplici attenzioni.

Il basilico, il prezzemolo e il sedano sono indispensabili in cucina e fanno parte di quelle piante che vanno seminate ogni primavera. Il procedimento è davvero semplice: è sufficiente spargere i semini in un terreno fertile a fine marzo, inizio aprile. In breve spunteranno tante piantine che potranno essere rinvasate quando avranno quattro – sei foglioline. Se si preferisce, le giovani piante possono essere acquistate in vivaio o anche al supermercato. L’importante è sistemarle in una posizione luminosa e abbastanza soleggiata e ricordarsi di annaffiarle quando il terreno si asciuga.

Se il clima è mite, queste aromatiche si potranno raccogliere fino ad autunno inoltrato. In caso di inverni particolarmente clementi, sedano e prezzemolo potrebbero anche svernare, ma è sempre opportuno piantarne di nuove in primavera. Il basilico va cimato per impedire che fiorisca e produca semi. In questo modo la pianta si manterrà rigogliosa più a lungo.
Volendo, a fine ciclo vegetativo si possono portare alla produzione dei semi che saranno usati nella stagione successiva.

Tra le più comuni piante aromatiche perenni troviamo il rosmarino, il timo, la salvia e la menta. Anche queste sono facili da coltivare e si trovano bene nello spazio di un balcone, purché ci sia qualche ora di soleggiamento e una buona luminosità. Per iniziare a coltivarle si può partire dal seme, ma in questi casi è più veloce procedere con le talee o per divisione dei cespi, come nel caso della menta.

Le piante aromatiche, in proporzioni diverse, contengono vitamine, minerali e aminoacidi e sono in grado di prevenire e talvolta curare tanti disturbi e piccole patologie. Aiutano la digestione, favoriscono la diuresi e l’eliminazione dei gas intestinali, come nel caso del basilico. Antisettico, depurativo e balsamico è il timo. Ciascuna pianta apporta benefici all’organismo se usata con regolarità e la loro facilità di coltivazione consente di averle sempre a disposizione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come si coltivano le piante aromatiche sul balcone?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Piatti più salutari , Facilità di approvvigionamento

Giudizio negativo Svantaggi: Ricordarsi di annaffiare

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: balcone giardinaggio piante aromatiche

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come si coltivano le piante aromatiche sul balcone?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento