Come scegliere il climatizzatore riducendo i consumi e rispettando il pianeta?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:42:13 26-06-2019

Per scegliere correttamente un climatizzatore e non lasciarsi influenzare meramente da fattori estetici o economici bisogna partire, innanzitutto, dallo studio dell’ambiente che vogliamo climatizzare, perché è ovvio che più grande è lo spazio in questione, maggiore dovrà essere la capacità di raffreddamento della macchina.

Se poi si tratta di un ambiente in cui vogliamo posizionare un dispositivo per camera, dobbiamo valutare l’acquisto di un climatizzatore multisplit, ossia composto da un motore molto potente al quale poter collegare più split (unità interna).

Abbiamo scelto appositamente la parola climatizzare per distinguere questa apparecchiatura dal condizionatore che può raffreddare o riscaldare un ambiente ma non è in grado, a differenza del climatizzatore, di mantenere il clima ad una ben definita temperatura e ad una specifica umidità. Questa diversità è sostanziale da conoscere in fase di acquisto, in quanto si rifletterà poi nel comfort che si otterrà nell’ambiente e nella facilità col quale l’apparecchio potrà essere manovrato.

Una volta stabilito quale tipo di macchina sia adatta per il nostro spazio, anche in base alle caratteristiche strutturali (il climatizzatore può essere applicato a parete, a soffitto, inserito a pavimento, ecc.), la scelta deve essere guidata da altre importantissime considerazioni.

1. Si deve valutare bene l’efficienza energetica del climatizzatore. Questo dato è sostanziale per poter prevedere i consumi di energia, e di conseguenza le relative spese, che dovremo sostenere. Come accade per il resto delle apparecchiature elettroniche, sappiamo che le classi energetiche più alte (A+, A++, A+++) sono quelle che comportano delle spese maggiori in fase di acquisto ma le uniche in grado di garantirci poi dei notevolissimi risparmi sulle bollette elettriche.

2. Si può, inoltre, orientarsi sull’acquisto di un climatizzatore con tecnologia inverter. Si tratta di un’apparecchiatura che invece che lavorare con la tipica accensione della pompa on-off, ha un motore in grado di modificare la potenza che eroga, in base alla temperatura desiderata. Gli impianti inverter consentono rilevanti risparmi di energia.

3. I climatizzatori, grazie ai comandi tecnologici, possono essere azionati anche quando non siamo in casa oppure, tramite l’utilizzo del timer, è facile programmarli per farli funzionare in determinati momenti del giorno e della notte. Questo ci farà ottimizzare l’utilizzo restringendolo alle ore a noi strettamente necessarie e di conseguenza ci farà ridurre gli sprechi.

4. I nuovi climatizzatori vengono progettati seguendo i più alti criteri in termini di efficienza, ma anche di rispetto per l’ambiente perché utilizzano fluidi refrigeranti poco inquinanti.

Come scegliere il climatizzatore riducendo i consumi e rispettando il pianeta?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Le macchine per la climatizzazione raffreddano e riscaldano l'ambiente. , Le apparecchiature inverter usufruiscono dell'ecobonus.

Giudizio negativo Svantaggi: Il climatizzatore, viste le dimensioni, è un oggetto impattante.

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: climatizzatore daikin stili di vita ecosostenibili

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come scegliere il climatizzatore riducendo i consumi e rispettando il pianeta?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento